SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In Palazzina Azzurra martedì sera c’è stato il penultimo appuntamento di un ricco calendario del tradizionale cartellone “Incontri con l’autore”. Alla presenza dell’Assessore alla Cultura, Margherita Sorge, è stato presentato il nuovo libro di Roberto Giacobbo “Templari. Dov’è il tesoro?”, edito da Mondadori.

Hanno introdotto la serata Mimmo Minuto della libreria La Bibliofila, organizzatore degli incontri, e Filippo Massicci, che hanno ricordato, tra l’altro, la dimestichezza dell’autore con il territorio, vista l’ennesima presenza alla Palazzina, l’intervento all’inaugurazione del PalaRiviera e il suo ruolo di consulente storico della manifestazione “Templaria” a Castignano, per il secondo anno consecutivo.

Roberto Giacobbo, ben conosciuto dal pubblico televisivo per la conduzione di fortunate trasmissioni come “Voyager”, “Ragazzi c’è Voyager” e “Stargate-Linea di confine”, è attualmente vicedirettore di Raidue e si occupa del settore divulgazione e programmi per ragazzi. Ma è anche autore di libri di successo sul filone dell’archeologia misteriosa.

Di fronte ad un pubblico numeroso ed eterogeneo per età, lo scrittore ha preso la parola spiegando in un certo senso la sua filosofia di vita: voler “fare notizia con le buone notizie”. «Attraverso il mio ruolo di vicedirettore, desidero lavorare e far lavorare quella Rai che non fa notizia, quella Rai non scandalistica e catastrofista» spiega Giacobbo. E aggiunge: «Voyager ne è un esempio. Basti pensare che il programma è stato venduto da Raitrade in 12 paesi stranieri. Sarò doppiato addirittura in iraniano e sud-coreano! A Settembre, poi, andranno in onda tre puntate speciali di Voyager con servizio di apertura coprodotto con la National Geographic. Una cosa incredibile se si pensa che la National Geographic realizza un documentario con un budget equivalente a quello che spendiamo noi per tutta una stagione televisiva. Siamo artigiani del settore, ma le cose che produciamo sono considerate buone all’estero e questo ci dà slancio per migliorare».

A seguire, l’autore ha introdotto il suo libro partendo dalla decapitazione di Luigi XVI, per poi saltare indietro nel tempo all’origine dell’ordine dei Templari. Nel lungo ed affascinante discorso, che non ha mancato di ammaliare adulti e bambini,  Giacobbo ha menzionato luoghi e siti monumentali quali Loreto, L’Aquila, Chartres, Rosslyn, località presumibilmente visitate dai Templari. Ha citato, tra i tanti personaggi di cui si narra nel libro, Filippo il Bello, re di Francia, Pietro da Morrone che divenne Papa col nome di Celestino V (di dantesca memoria), Lord Sinclair, ultimo discendente dell’Ordine, e Cristoforo Colombo, genero di un altro Sinclair in possesso di una carta nautica molto “speciale”.

Gli ideatori del programma “Incontri con l’autore”, al termine della presentazione, hanno ricordato al pubblico intervenuto l’ultimo appuntamento della serie. Il 25 Agosto, infatti, sarà ospite della Palazzina Azzurra il giudice Luigi De Magistris con il libro “Attacco al PM”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 498 volte, 1 oggi)