SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Telenovela Emili o Verdi arrabbiati? Al sindaco Giovanni Gaspari politicamente non mancano le gatte da pelare. Se il caso dell’assessore dimissionario per via della contestuale elezione del marito Perazzoli in consiglio regionale pare appianarsi, c’è la “rogna” dei Verdi che potrebbero uscire da tutte le maggioranze di centrosinistra nella Regione se il governatore Spacca non dovesse inserire il nome di Gianluca Carrabs nella rosa di nomi della sua nuova giunta.

Caso Emili. Giovedì incontro chiarificatore fra Gaspari, la diretta interessata, il segretario Pd Felice Gregori e il capogruppo in consiglio comunale Claudio Benigni. In vista di un ulteriore incontro lunedì prossimo sempre in casa Pd. Il concetto Gaspari lo esprime così: «Ho compreso che tutti chiedono alla Emili di non lasciare il suo posto. Io da parte mia non ho neanche lontanamente pensato di privarmi della sua competenza. Se non l’avessi stimata, non l’avrei nominata assessore».

Sui Verdi, il concetto è chiaro. Niente Carrabs in giunta regionale, niente appoggio al Pd negli enti locali. L’assessore all’Ambiente Paolo Canducci e il consigliere comunale Andrea Marinucci potrebbero far mancare il loro sostegno. Segnali politici ben precisi, il povero Gaspari pagherebbe le decisioni di Spacca. Che forse, alla fine, da politico navigato terrà presente il segnale e non romperà la corda già in tensione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 722 volte, 1 oggi)