ASCOLI PICENO – È stato firmato per l’anno 2010 il nuovo accordo di programma relativo alla rete dei Musei Sistini a cui aderiscono la Provincia di Ascoli Piceno, la Diocesi di San Benedetto e 10 Comuni del comprensorio piceno.

La programmazione per il nuovo anno è stata illustrata dal Direttore dei Musei Paola Di Girolami nell’incontro tenutosi nei giorni scorsi nella sede del Vescovado di San Benedetto. Per la Provincia era presente l’Assessore alla Cultura Andrea Maria Antonini che ha assicurato il contributo dell’Amministrazione essenziale per il circuito museale.

Alla riunione, presieduta dal Presidente del Museo Diocesano intercomunale di Arte Sacra Don Vincenzo Catani, erano presenti i sindaci dei Comuni di Monteprandone Stefano Stracci e Montalto Marche Guido Mastrosani, il Vice Sindaco di Force Nicolino Tilli e gli Assessori alla Cultura dei Comuni di Castignano Tonino Angelozzi, di San Benedetto Margherita Sorge e Grottammare Enrico Piergallini. Dalla sua istituzione nel 1998, la rete dei Musei Sistini ha registrato circa 103mila visitatori, di cui oltre 5000 solo nel 2009.

Molto ricca dunque la programmazione per l’anno 2010 con la stampa di oltre 35 mila depliant informativi, il potenziamento dei laboratori didattici e, risorse consentendo, la realizzazione di totem informativi in metallo sul modello dei famosi musei diffusi senesi con l’aiuto di un importante sponsor locale.

Tra le attività specifiche: il miglioramento del percorso espositivo del Museo di Ripatransone, la prosecuzione dei lavori della chiesa di San Lorenzo a Rotella, l’incremento della raccolta espositiva nel Convento di Santa Maria delle Grazie di Monteprandone con alcuni paramenti sacri di manifattura cinese.

Per Pasqua 2010 sarà inaugurata la nuova sede del Museo Diocesano di San Benedetto del Tronto ubicata nei locali dell’ex caserma dei Carabinieri, recentemente acquisita dalla Diocesi. A Montalto Marche si ultimerà l’allestimento di vetrine espositive con la raccolta di importanti pergamene e si pensa anche di esporre in modo temporaneo la Madonna di Annibale Carracci, custodita nella Pinacoteca Civica di Bologna.

A Grottammare torneranno gli appuntamenti con la musica colta, classica e jazz, mentre a Montemonaco, si prevede la presentazione del restauro della Pala con i Santi Biagio e Antonio Abate di Pier Leone Ghezzi. Infine, a Castignano si sta riprogettando il ripristino del collegamento del Palazzo De Scrilli alla chiesa di San Pietro, sede del locale Museo Sistino, a Comunanza si prevede il restauro di varie opere e sculture lignee ed, a Force, si lavorerà per ottenere l’esposizione temporanea nel 2010 e 2011 della Madonna di Carlo Crivelli, attualmente nella Pinacoteca Vaticana.

Ha dichiarato l’Assessore Antonini: «Nelle mie visite nel Piceno ho avuto modo di constatare la ricchezza espositiva e l’alto standard qualitativo dei Musei Sistini, la Provincia, non solo ha rinnovato la propria quota di adesione, ma ha deciso trasformare il contributo di solito concesso a fine anno come compartecipazione per gli operatori museali in quota fissa da erogare subito insieme alla quota associativa. Tutto ciò, per consentire di programmare immediatamente e nel migliore dei modi iniziative ed attività in particolare le aperture programmate nei 10 musei della rete».

L’Assessore ha inoltre annunciato che lavorerà per la costruzione di eventi in sinergia con i Comuni che possano costituire anche occasione di nuova occupazione per tanti giovani del territorio che hanno capacità e competenze in campo culturale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 675 volte, 1 oggi)