RIPATRANSONE – Grande successo la cena di beneficenza “Pro Etiopia” che si è svolta martedì 15 dicembre presso il ristorante “Valle Verde” di Ripatransone. L’iniziativa è stata organizzata dall’amministrazione comunale, in particolare al sindaco Paolo D’Erasmo e dall’assessore alle politiche giovanili e sociali Maurizio De Angelis, dalla locale Associazione Onlus “Tony Marconi” e dalla Comunità Volontari per il Mondo.

A partecipare sono stati più di trecento, facendo registrare un buon incasso da destinare al “Progetto Etiopia”. La novità dell’anno è stato il coinvolgimento dell’Istituto Professionale Alberghiero di San Benedetto del Tronto, presente infatti il dirigente scolastico Giovanni D’Angelo, con diversi docenti e con cinquanta bravissimi studenti impegnati sia in cucina, sia per il servizio di sala.

Durante la serata, Attilio Ascani, il direttore regionale della Cvm, ha comunicato che la Comunità che dirige, insieme con gli aiuti che provengono dal Comune e dalla cittadinanza di Ripatransone, sta realizzando in Etiopia un acquedotto a servizio di circa duemila persone. 

Presente anche il giovane etiope Getachew Kassa, rappresentante della Cvm in Etiopia, che ha illustrato il progetto “Donga” che garantirà l’acqua potabile nel Su Ovest del suo Paese, dove il 63 per cento della popolazione dispone solo di acqua non potabile.

SUccessivamente il vicepresidente della Banca di Ripatransone Credito Cooperativo, Franco Bruni, ha consegnato il contributo del proprio Istituto di Credito al presidente dell’Associazione “Marconi”. La riuscita iniziativa si è conclusa con l’estrazione dei numerosi e ricchi premi, forniti da imprenditori locali, della tombola.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 823 volte, 1 oggi)