MARTINSICURO – Si preannuncia un Consiglio comunale dai toni piuttosto accesi quello fissato per venerdì 23 ottobre a Martinsicuro, dato che nel corso dell’assise civica verrà discusso anche il cosiddetto “caso Micozzi”, relativo al presunto rimborso indebito che il Comune avrebbe dato all’assessore all’Urbanistica.  Sulla questione il gruppo di opposizione degli ex An ha presentato una mozione per l’avvio di una verifica amministrativa interna che stabilisca se la determina del rimborso sia conforme alle attuali leggi vigenti, mentre Città Attiva ha presentato un’istanza per permettere al diretto interessato di riferire davanti all’intero Consiglio comunale l’esatta sequenza degli eventi, facendo così luce sulla vicenda.

Il gruppo civico ha inoltre chiesto la discussione di cinque interrogazioni su altrettante questioni che si trascinano da diverso tempo e che risultano ancora irrisolte: l’installazione delle telecamere di sorveglianza sul territorio cittadino, l’adozione di provvedimenti volti a risolvere l’emissione dei miasmi nel depuratore e lo stato di avanzamento del progetto inerente la delocalizzazione dello stesso a San Benedetto, lo stato di avanzamento dei lavori di manutenzione e di messa a norma delle scuole della città, il ripristino del servizio di vaccinazione per i bambini nel distretto di base di Villa Rosa, e la ratifica della convenzione per l’utilizzo del campo sportivo da parte delle varie associazioni sportive del territorio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 327 volte, 1 oggi)