SANT’OMERO – Chiusi due opifici gestiti da cinesi in Val Vibrata. I Carabinieri di Nereto in collaborazione con l’Ispettorato del Lavoro e la Asl di Giulianova hanno eseguito controlli in due opifici a Sant’Omero e Torano Nuovo: i titolari, entrambi di nazionalità cinese, sono stati denunciati per impiego di manodopera clandestina e favoreggiamento della permanenza di immigrati clandestini in Italia, dato che sul posto sono stati trovati a lavorare connazionali non in regola con il permesso di soggiorno. Un cinese è stato arrestato per violazione del decreto di espulsione e altri 4 accompagnati in caserma per l’espletamento delle formalità di espulsione dal territorio nazionale. Ai titolari oltre alla denuncia sono stati elevati 15mila euro di multa, mentre i locali sono stati chiusi per gravi carenze igienico-sanitarie.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 744 volte, 1 oggi)