RIPATRANSONE- E’ stato finalmente domato l’incendio, sviluppatosi questa mattina verso le ore 8 di venerdi 24 luglio, che prima di arrendersi ha divorato quasi tre ettari di macchia mediterranea. E’ stata una battaglia a tutto campo che ha visti impegnati gli uomini dei Vigili del Fuoco, della Protezione Civile e del Corpo Forestale, che si sono dovuti confrontare con una zona geograficamente impervia.

Attualmente le ultime notizie riferite da un alto esponente della Protezione Civile Regionale riportano l’incendio come ufficialmente spento, anche se uomini della Forestale e della Protezione civile rimangono sul posto per vigilare che le fiamme non tornino ad alimentarsi come già accaduto alle due e nuovamente alle otto di venerdì mattina.

Tra le operazioni da effettuare ci sono anche quelle cosidette di “bonifica”, eseguite con colpi di pale e fruste sul terreno per disperdere gli ultimi eventuali residui di focolai. In giornata sul posto si è recato anche il capo della Protezione Civile Guido Bertolaso per rendersi conto di persona della portata del fenomeno, e ha sorvolato con un elicottero la zona interessata dall’incendio.

In questi giorni l’intera regione Marche è stata soggetta a diversi incendi: non solo a Ripatransone in zona Petrella, ma anche nel Conero, vicino ad un noto agriturismo. Un altro incendio è stato segnalato in un campo di stoppie in zona Monte Vidon Corrado (Fermo). Ben più grave la situazione nel Pesarese dove le fiamme sembrano aver devastato circa 10-15 ettari si bosco.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.082 volte, 1 oggi)