SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Per il dodicesimo anno consecutivo, grazie alla dedizione di Dario e Paola Morelli dello Sci Club Sambenedettese,  lo sci a livello nazionale torna a San Benedetto. Questa volta sono ben due le grandi rappresentative che vengono a ricaricare le batterie in Riviera: la Nazionale Juniores di Coppa Europa italiana e quella femminile svizzera. Alberto Platinetti, responsabile di quella italiana, si dice già entusiasta dell’impiantistica sportiva e delle bellezze del luogo.

Sette ragazzoni, anno di nascita che va dagli ’85 agli ’89, che rimarranno a fare uno stage di fitness dal 7 al 17 di luglio. Tra di loro alcune promesse di tutto rispetto quali Andy Blank, campione del mondo juniores di discesa libera ed il vincitore della Coppa Europa di combinata Hagen Patscheider. E Dominik Paris, con un argento in discesa, e due bronzi in slalom gigante nei mondiali di Garmisch dello scorso anno.

Dopo aver “corroborato e ricaricato” in Riviera andranno dall’altra parte del globo a provare i ghiacciai argentini. Mentre Luca De Marchi presenta le 13 campionesse della squadra di C juniores svizzera. Anno di nascita tra il ’93 ed il ’91. L’intera squadra è reduce da un onorevole 10° posto ai mondali di Garmisch. Resteranno in Riviera fino al 7 luglio per poi fare ritorno a Zermat.

A far da cerimoniere nello splendido giardino alberato dell’Hotel “Sporting” della famiglia Capriotti, meta consueta del ritiro, l’assessore al Turismo Domenico Mozzoni: «Sono presenze che, per lo sport che praticano, suscitano curiosità in una città di villeggiatura marina. Ecco: quello che dobbiamo fare per il turismo locale è suscitare interesse e non solo dedicarsi a servizi passivi. Con questo intento ringrazio la squisita attenzione con la quale il team guidato da Paola Capriotti si prende cura di questi ragazzi, quindi lo Sci Club Sambenedettese, in particolare Dario e Paola Morelli, che ogni anno riescono nell’intento di convincere a scendere in Riviera team di assoluto prestigio».

Per il presidente del Consorzio Turistico Riviera delle Palme Alessandro Zocchi: «Invece di piangerci sopra dobbiamo darci da fare per sponsorizzare la Riviera che sta riscontrando un trend di crescita interessante con un target elevato. Questa è la mia risposta positiva alle Cassandre di turno ed alle promozioni più o meno efficaci. Tengo a ringraziare anche tutti gli atleti che sono qui da noi».

Intanto De Marchi aggiunge che la loro decisione di scegliere la Riviera ha destato interesse presso la Federazione Svizzera e la squadra maggiore di Coppa del Mondo, anche grazie ai migliaia di sms che le ragazze mandano a casa ogni giorno decantando la bellezza l’accoglienza del luogo.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.010 volte, 1 oggi)