ASCOLI PICENO – Cade il 27 aprile l’ottavo anniversario della morte di Antonino Franchi, frate francescano, nato a Lisciano (Ascoli Piceno) che ha dedicato circa trent’anni della propria vita alle ricerche storiche sul periodo svevo e, con tenacia e amore, ha prodotto numerose pubblicazioni di testi sui rapporti tra Roma e Bisanzio, sul Concilio II di Lione e su Papa Niccolò IV.Ricercatore attento, attraverso una documentazione certosina, ha scovato documenti che si credevano scomparsi o addirittura ignoti agli studiosi. Le sue ricerche effettuate in ogni parte d’Europa, in particolare Parigi e Asia minore, hanno colmato un grosso vuoto nella storiografia dei pontefici romani, nella vita di Niccolò IV, nella missione di pace a Costantinopoli e nel problema della Terra Santa e la Palestina.

È stato inoltre relatore in numerosi convegni scientifici a livello internazionale e vincitore, nel 1993, con il volume Nicolaus Papa IV, alla VII Edizione del Premio Internazionale Ascoli Piceno – Istituto Superiore di Studi Medievali “Cecco D’Ascoli”.

Niccolò IV, di nascita Girolamo Masci da Lisciano, a pochi chilometri da Ascoli Piceno, è uno dei protagonisti della cultura medioevale.

In un intervista, Padre Antonino Franchi confidò: «Ero giovanissimo quando mi sono occupato per la prima volta di Niccolò IV. Siamo entrambi originari di Lisciano e Girolamo d’Ascoli, come me, scelse di far parte dell’ordine francescano e fin qui i nostri destini sono stati paralleli, ma poi sono cresciute le distanze. Per colmare il grande divario, con il mio illustre concittadino, non mi restava che scriverne la biografia».

Numerose le pubblicazioni ed i riconoscimenti allo storico, dotto, nonché emerito Antonino Franchi. Vogliamo celebrarlo nell’ottavo anniversario della morte (27 aprile 2001), con profonda stima e affetto, ricordando le sue doti di grande predicatore e la sua preparazione storica. Uomo dall’intelligenza viva, schiettezza ed affabilità non comuni.

Ricordare uomini di grande spessore è cosa nobile e doverosa, ma ricordare un uomo dalla immensa umiltà e grande carisma, lo è ancora di più.

Le opere pubblicate:

▪ Il concilio II di Lione (1274) secondo la ordinatio concilii generalis lugdunensis, 1965;

▪ Il problema orientale al concilio di Lione II (1274) e le interferenze del regno di Sicilia, 1975;

▪ La svolta politico-ecclesiastica tra Roma e Bisanzio (1249-1254), 1981;

▪ I vespri siciliani e le relazioni tra Roma e Bisanzio – studio critico sulle fonti, 1984;

▪ La pace di Caltabellotta: 1302 e la ratifica di Bonifacio VIII: 1303, 1987;

▪ Nicolaus papa IV ( 1288-1292), 1990;

▪ Il conclave di Viterbo (1268-1271) e le sue origini, 1993;

▪ Ascoli imperiale da Carlo Magno a Federico II (800-1250), 1995;

▪ Ascoli Pontificia dal 342 al 1241, 1996;

▪ Ascoli Pontificia II 1244 al 1300, 1999;

▪ Recensioni e giudizi sulle opere di Antonino Franchi, 1999;

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 761 volte, 1 oggi)