MONSAMPOLO DEL TRONTO – Una singolare mostra di opere sacre dell’artista di Civitanova Marche, Franco Morresi, dal titolo “Via Crucis” sarà inaugurata il 5 aprile alle ore 17 a Monsampolo del Tronto, nella Cripta della Chiesa di Maria S.S. Assunta, famosa per la custodia di mummie rinvenute durante i lavori di restauro ed oggetto di studi.L’introduzione storica sarà a cura della dottoressa Mara Brutti. Al termine performance artistico-gastronomica di Giuseppe Dell’Orso, l’estroso macellaio conosciuto come Peppe Cotto.

Promossa dal Comune di Monsampolo, dal suo sindaco Remo Schiavi e dall’assessore alla cultura, la mostra si colloca di fatto come evento nelle celebrazioni artistico-spirituali del territorio del Parco dei Monti Sibillini e della Pasqua.

Curata da Antonella Ventura, da sempre sensibile al sostegno dei luoghi sacri e desueti, “ Via Crucis” rappresenta le quattordici stazioni della Passione di Cristo, più una tela con una poesia “ Il figlio dell’Uomo”.

In acrilico su tela “ Via Crucis” è la rappresentazione in scala 100×70 di un’opera sacra di Franco Morresi: delle incisioni che hanno partecipato e vinto il 1° premio a Pompei nel 2000, premio ricevuto dalle mani di Papa Giovanni Paolo II.

Con la “Via Crucis”, a Monsampolo dal 5 aprile al 3 maggio, si intende continuare il percorso di vita fra calli e fra pievi, fra siti e abbazie nascoste in Italia che il mondo invidia.

La mostra è una iniziativa della Cisl Clacs Arte Marche

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 627 volte, 1 oggi)