CUPRA MARITTIMA – Ecco l’ultima nuova conchiglia del Museo Malacologico della cittadina picena. Nell’ultimo numero della rivista internazionale “Malacologia Mostra Mondiale” è stata pubblicata la descrizione di una nuova specie, la centesima, scoperta dal dottor Tiziano Cossignani, direttore del Museo.
«La nuova specie – spiega Cossignani – appartenente ai buccinidi, simile ad una grande lumachina di mare, proviene dalla Provincia di Zhejiang ed è stata raccolta nel Mar Cinese Orientale».
Prosegue il direttore: «La conchiglia ha un’altezza di circa 8 centimentri, è commestibile e per anni è stata confusa con una specie simile, ovvero la “Babilonia perforata”, descritta da Sowerby II, nel lontano 1870, assai comune a Taiwan ed Indonesia».
«L’Olotipo di riferimento mondiale – conclude Cossignani – è depositato nella tipoteca del Museo di Cupra Marittima, a disposizione della comunità scientifica. La nuova specie denominata “Babilonia pieroangelai”, prende il nome da Piero Angela, grande divulgatore scientifico italiano: dedica obbligata considerato l’impegno scientifico e la sua notorietà».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.615 volte, 1 oggi)