PORTO SAN GIORGIO – Quando si dice “dulcis in fundo”. La Premiata apre la sua prestazione in campo con l’Air Avellino con un pesante 0 a 10, dopo 3’13”, che solo Minard riesce a infrangere con un canestro a 4’34” dalla fine  del primo quarto. Dopodiché l’incontro si fa tiratissimo ed entusiasmante fino alla vittoria meritata della Premiata per 81 a 76. Il gap iniziale viene dimezzato grazie al temperamento grintoso di Minard, che al 6′ porta la sua squadra sul 6 a 12, e con l’aiuto di Flamini, entrato in sostituzione di un appannato Filloy. La guardia dell’Air, Chris Warren, rende la vita difficile ai marcatori di turno Taylor e Minard, andando a realizzare 6 punti nel primo quarto. Ma la lucidità di gioco di Garris procura due giocate alla Premiata, che chiude la frazione di gioco a 16-19. Flamini risulta importante in difesa anche nel secondo quarto, anticipando Tusek e ammortizzando gli sfondamenti di Crosariol. Al 13′, Chiaramello ruba palla a Best e proprio il già citato Flamini realizza una tripla portando finalmente la Sutor in vantaggio (22-21). Williams infila un canestro a 1’51” dalla fine (26-31), ma viene poi abbattuto da Hunter per il 28-31. Garris, al limite di tempo realizza il canestro del 30-31, riportando la partita in quasi parità.

Al rientro dal riposo lungo la squadra di Finelli scende sul parquet con le idee molto chiare e dopo pochi secondi tenta addirittura l’allungo grazie ad un determinato Hunter e subito dopo con una tripla di Garris (35-31). Avellino non ci sta e cerca di rispondere colpo su colpo ricorrendo soprattutto al tiro dalla lunga distanza. Un fallo tecnico fischiato alla panchina gialloblu rallenta la sua corsa e addirittura sono 2 bombe consecutive di Radulovic a portare in vantaggio gli uomini di Markovsky (49-50). Garris e compagni non stanno a guardare e trascinati dal caloroso pubblico del PalaSavelli chiudono il terzo parziale in vantaggio (56-52)

Il confronto con la squadra avellinese, nel quarto tempo si fa elettrizzante e la Premiata difende con decisione e grazie alla sapiente regia del suo play riesce a trovare ottime soluzioni offensive. La sfida personale tra Best e Garris si consuma a suon di tiri a canestro. La tripla di Garris al 5′ (67-62) distacca momentaneamente la squadra gialloblu dall’Air, ma con un canestro da tre al 3′ Warren fa tremare di nuovo la Sutor.  Quando mancano 43” Taylor è costretto ad uscire per 5 falli,  ma già i padroni di casa hanno scavato un solco che si rivelerà incolmabile per gli ospiti. A 10” dalla fine il fallo di Warren su Cavaliero procura, con due tiri liberi, gli ultimi due punti di un risultato finale di 81-76.

TABELLINI

PREMIATA MONTEGRANARO: Hunter 25, Minard 15, Garris 21, Piunti ne, Portannese ne, Cavaliero 7, Filloy, Chiaramello 2, Temperini, Flamini 6, Helliwell, Taylor 5. All. Finelli

AIR AVELLINO: Warren 24, Radulovic 12, Porta 3, Best 12, Cinciarini 2, Crosariol, Lisicky, Napodano ne, Tusek 6, Williams 6, Diener 11, Nardi ne. All. Markovski

Arbitri: Cerebuch, Pozzana, Barni

Note: parziali 16-19, 30-31, 56-52. Tiri da due Montegranaro 26/47, Avellino 17/31; tiri da tre Montegranaro 5/11, Avellino 9/21; tiri liberi Montegranaro 14/19, Avellino 15/18; rimbalzi Montegranaro 23, Avellino 35.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 572 volte, 1 oggi)