SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Terzo derby della stagione per la Mail Express Volley che sabato pomeriggio (ore 18) al PalaSpeca riceverà la visita della Sira Ancona.
Per i rossoblu una sfida particolare. Non solo perché, dopo la rocambolesca sconfitta di Jesi Jurewicz e compagnia ancora una volta saranno costretti a vincere, ma anche perché coach Alessandro Brutti è un ex.
Brutti, che nonostante risieda da sempre ad Ascoli è nativo proprio di quelli parti, ha lavorato all’ombra del Conero per tre stagioni. Prima come allenatore – dal 2004 al 2006, in Serie A2 – e poi, nell’ultima stagione, come responsabile del settore giovanile del consorzio sportivo Ankon Volley, di cui la stessa Sira fa parte.
«Inutile nasconderlo, alla partita di sabato ci tengo parecchio» sentenzia il diretto interessato alla vigilia.
Il derby, dicevamo. Gli altri due (Jesi e Castelferretti) sono andati male: persi al tie break dopo il recupero degli avversari.
«Alla cabala non ci badiamo – replica Brutti – Ogni partita è una storia a sé. Certo preoccupa il fatto di essere sempre e comunque obbligati a vincere dopo una battuta d’arresto fuori casa. Loro peraltro non avranno nulla da perdere, come capita a tutte le squadre che vengono a renderci visita. L’essere scarichi di responsabilità è un bel vantaggio a livello psicologico».
Nel turno archiviato lo scorso fine settimana la Mail Express è stata sconfitta, ma anche le altri big hanno perso colpi. Tanto che il distacco dalla vetta – ora c’è l’Impavida Ortona, avversario dei rossoblu dopo l’impegno contro la Sira – è salito di una sola lunghezza, a 8 punti.
«Meglio così. Segno che anche là davanti qualcuno inizia a perdere colpi. Noi invece credo che abbiamo grossi margini di miglioramento. Dobbiamo però sbloccarci a livello psicologico».
NOTIZIARIO. Tutti a disposizione di coach Brutti, fatta eccezione per Dante Caucci, che lamenta un fastidio al piede. L’opposto rossoblu è rimasto fermo anche giovedì, ma sabato dovrebbe esserci.
Non al meglio neppure l’alzatore italo-brasiliano Della Nina, che sta pagando lo scotto del ritorno all’attività dopo qualche mese di stop. Il giocatore paulista, contro la Sira, dovrà riscattare l’opaca prestazione di Jesi.
ESTRAZIONE DI UN VIAGGIO. La società rossoblu per ogni partita interna della Mail Express mette in palio un soggiorno vacanza per due persone in uno dei tanti villaggi Iperclub. Un modo non proprio come un altro per favorire un coinvolgimento sempre maggiore da parte della città al fianco della squadra di Alessandro Brutti.
L’iniziata è estesa anche ai più piccoli: a fine stagione infatti verranno estratti dei soggiorno vacanza per i primi 10 bambini che dimostreranno, attraverso un apposito coupon da timbrare partita dopo partita, di avere frequentato con maggiore assiduità il PalaSpeca.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 556 volte, 1 oggi)