GROTTAMMARE – Quattro vittorie nelle ultime cinque partite, ma soprattutto la terza affermazione di fila in trasferta. E’ il ruolino di marcia del Grottammare di Domenico Izzotti che a Macerata ha dimostrato di aver metabolizzato la delusione per l’immeritata sconfitta interna contro il Campobasso.
E il successo conseguito allo stadio Helvia Recina vale qualcosa in più di tre punti. Chissà, potrebbe davvero costituire il trampolino di lancio per un campionato diverso dalle aspettative della vigilia. Il problema restano le sfide allo stadio Pirani, dove finora i biancazzurri hanno vinto in una sola circostanza.
Domenica prossima il derby con il Centobuchi – a proposito, l’anno passato fu la squadra di Marocchi a festeggiare i tre punti, grazie a un gol di Rosa, ora in forza alla Santegidiese – potrebbe costituire l’occasione propizia per invertire il trend.
Mister Izzotti preferisce non pensarci e godersi ancora un po’ l’exploit di Macerata: «La mia squadra sta raccogliendo quello che ha seminato e quello che non ha raccolto all’inizio del campionato. Alleno un gruppo dotato di grandi valori professionali, etici e morali. Forse per qualcuno non servono, ma il sottoscritto e la società li ritengono fondamentali».
Dopo i dovuti elogi il tecnico biancazzurro guarda anche a quello che c’è da migliorare: «Pecchiamo ancora in fase di costruzione del gioco. Ci rimane più facile partire di rimessa che proporci con una certa continuità. Ma so da cosa può dipendere. Occorre ancora terminare l’opera di costruzione delle nostre certezze e della fiducia in se stessi».
Infine una battuta sul prossimo avversario: «Mi aspetto una partita tosta, ma siamo fiduciosi e speriamo di vincere ancora, anche se sappiamo che non sarà facile».
RIPRESA. Bucchi e compagni hanno ripreso a sudare martedì pomeriggio al Pirani. Nessun indisponibile, il gruppo è al completo.
Hanno collaborato Emily Forlini e Oliver Panichi

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 538 volte, 1 oggi)