SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’invito a partecipare alla prossima edizione della Coppa Carnevale, rivolto ai giovani calciatori di San Benedetto e partito dall’assessore al Turismo del Comune di Viareggio Antonio Nicoletti, vale più di mille parole.
Ancora una volta il gemellaggio sportivo tra Viareggio e San Benedetto ha lasciato il segno. Le due città, legate da un rapporto che risale agli inizi degli anni Novanta, hanno rinsaldato nel migliore dei modi un’iniziativa avviata l’anno scorso grazie all’impegno dell’Ufficio Sport del Comune di San Benedetto.
Mario Palanca, unitamente al consigliere Gianluca Pasqualini, al sindaco Giovanni Gaspari e ai dirigenti di tutti i sodalizi sportivi cittadini – dell’Agraria, del Porto d’Ascoli, del Torrione, della Mariner, del Ragnola, della Samb e della Folgore – hanno accompagnato in Toscana una folta delegazione di giovani calciatori.
I rappresentanti della città delle palme, dopo essere stati ricevuti nel Municipio della città toscana, si sono trasferiti allo Stadio dei Pini per assistere alla semifinale della 59esima edizione della Coppa Carnevale, la manifestazione di calcio giovanile mondiale, tra Roma e Anderlecht.
Nella mattinata di domenica il clou della due giorni versiliese: la tradizionale amichevole, sempre allo Stadio dei Pini, contro i ragazzi dell’Esperia Viareggio. La squadra di San Benedetto ha vinto 1-0.
Nel pomeriggio infine, dopo aver seguito gli ultimi momenti del carnevale i nostri hanno fatto rientro nelle Marche, con la consapevolezza che l’esperienza maturata si è rivelata ancora più positiva rispetto a quella dell’anno scorso.
Nel numero 667 di Riviera Oggi, in edicola lunedì 26 febbraio, tutte le foto de gemellaggio tra San Benedetto e Viareggio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.026 volte, 1 oggi)