Grottammare-Centobuchi 0-0
Grottammare: Di Salvatore, Iampieri, Costanzo (53° Vergari), Oddi, Pulcini, Traini, Puglia (90° Assenti), Ionni, Napolano (88° Pasquini), Maffucci, Del Moro. A disposizione: Addazi, Mercantili, Vinciguerra, Lignite. All.Amaolo.
Centobuchi: Spina, Adiamoli, Cucco, Inchini, Cameli, Galli Guido, Cipollini (73° Simoni), Rosa, Galli Giorgio (68° De Angelis), Cardinali (77° Rocchi). A disposizione: Ameltonis, Alessandrini, Porcu, Cesani. All. De Amicis.
Arbitro: Salvatore Amadio.
Assistenti: Marco Ballini ed Emanuele Bellagamba.
Angoli: 4-5.
Ammoniti: Ionni (G), Iampieri (G), Traini(G), Simoni (C).
Espulsi: Maffucci (G).
Spettatori: 300 circa.
GROTTAMMARE – Nulla di fatto nel corso del primo turno di Coppa Italia fra Grottammare e Centobuchi allo stadio Pirani.
Match vivace solo dal punto di vista agonistico (anche troppo); emozioni insomma col contagocce. I padroni di casa optavano per un 4-4-2 con le punte Maffucci e Del Moro, unitamente agli altri due neoacquisti Iampieri e Napolano; Centobuchi di contro con un 4-3-3 composto da Rosa, Giorgio Galli Giorgio e Cardinali tridente offensivo.
Prime battute della gara piuttosto noiose, con le due formazioni che si studiavano. Taccuino bianco sino al 19°, quando una conclusione di Maffucci veniva miracolosamente bloccata da Spina. Centobuchi sprecone invece in occasione della punizione battuta da Giorgio Galli, al 24°.
Di lì in poi la partita si incattiviva: gialli per Ionni e Iampieri, poi, allo scadere della prima frazione di gioco Maffucci si faceva espellere avendo tentato di colpire un avversario. Grottammare in dieci.
Nel secondo tempo le due squadre premevano sull’acceleratore alla ricerca del gol, ma senza risultato, con i due undici che preferivano i lanci lunghi e col Grottammare che, in inferiorità numerica, era più attento a contenere che non a offendere.
Dopo la consueta girandola di sostituzioni, un’altra serie di ammonizioni, a dimostrazione del fatto che questo primo assaggio di derby tutto piceno ha regalato davvero poco allo spettacolo.
La partita finiva a reti bianche. Il tutto è rimandato alla sfida di ritorno, in programma domenica 10 settembre allo stadio Comunale di Centobuchi.
DOPOPARTITA Il presidente del Grottammare Amedeo Pignotti, dopo il 90°, si è complimentato con i suoi ragazzi, aggiungendo: «In alcuni momenti la partita è stata abbastanza dura, anche perché tutte e due le siuadre hanno cercato di fare una bella figura alla vigilia di questa competizione».
Daniele Amaolo dal canto suo ha ammesso le difficoltà iniziali: «I giocatori sono arrivati da poco e non sono ancora in condizioni ottimali. Ciononostante è venuto fuori il carattere della squadra: in futuro bisognerà lavorare di più sull’intesa dei compagni»
Sulla sponda opposta Giuseppe De Amicis è parso soddisfatto: «C’è stato un po’ troppo nervosismo, ma abbiamo giocato bene. Potevamo riuscire a concludere nel secondo tempo sfruttando la loro inferiorità numerica, ma purtroppo non ce l’abbiamo fatta: certo c’è ancora qualcosa da rivedere in previsione anche del campionato, ma, tutto sommato, posso ritenermi soddisfatto ».
Riguardo all’arrivo del nuovo portiere Ameltonis il mister ha affermato:«Ultimamente ha avuto qualche fastidio, derivato anche dal cambio di allenamento, ma non è niente di preoccupante: entrerà presto a far parte della rosa dei 18».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 712 volte, 1 oggi)