CONCETTI 10. Per lui una giornata di applausi. Persino Masolini, su calcio di rigore, non lo impensierisce. Una diga, un portiere che la Samb aspettava… da mesi. Una diga.
MACALUSO 10+. Un fascio di muscoli ed energia, una testa d’oro. Trascina la squadra e lo stadio con la sua grinta da combattente. È dappertutto: si sgancia e prende l’angolo che poi Faieta gli serve sulla testa; si invola nel cielo e serve Zini per l’1-0. Sul 2-0 fa tutto da solo e segna; il tre a zero nasce ancora da una sua zuccata potente e precisa che va a servire Docente. Un simbolo.
COLONNELLO 10. A fine gara sprizza comprensibile rabbia contro chi lo aveva offeso una settimana fa. Oggi non era al meglio, ma ha ruggito ancora. Capitano indomabile.
FAIETA 10. In formato-Genoa, raccoglie palloni nel centrocampo e trova la soluzione più semplice ed efficace. Geometra combattente.
ZINI 10. Mette il cemento in tutti i buchi della difesa, schiantando Taldo e Matri dentro un muro inespugnabile. Ed è lesto come un Pippo Inzaghi per il primo gol. Difensore d’altri tempi.
FEMIANO 10. L’avevamo lasciato in panchina, a far da allenatore. È tornato in campo e con il cuore e la generosità contribuisce al Miracolo Samb. Cuore rossoblu.
BAGALINI 10. La sua rivincita la scrive metro per metro, sbattendo in faccia a Salvioni e company un amarissimo conto. Espulso, esce fra gli applausi. Motorino perpetuo.
YANTORNO 10. Uruguaiano dal cuore d’oro e dalla faccia da ragazzino, cresce di giornata in giornata fino a schiantare, con la sua rabbia, la difesa del Lumezzane che non riesce a contenerlo nelle fasi iniziali. Ragazzino terribile.
DE ROSA 10. Ogni metro quadrato di campo è una battaglia che De Rosa vince sempre. Cattivo, rabbioso, condottiero, scava trincee e morde caviglie. Ha una sciabola nel cuore
SANTONI MATTIA 10. Corre e lotta sulla corsia sinistra, dove fa valere le sue doti tecniche ma soprattutto un cuore giovane spumeggiante.
DOCENTE 10. Il prato del Riviera lo chiama a centinaia di scatti in profondità, e lui dà l’anima per non deludere mai. Sigilla la sua avventura sambenedettese con due reti entusiasmanti. Castigatore.
E un bel 10 anche ad Angeletti, De Cesaris, Michele Santoni, agli infortunati Berardi, Scandurra e Zamperini, a capitan Zanetti che, sul 2-0, è salito in tribuna stampa e abbiamo visto ancora tesissimo nel seguire la gara. Dieci a tutti i calciatori che hanno conquistato questa salvezza incredibile, a tutto lo staff tecnico, ai tifosi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.547 volte, 1 oggi)