SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La data delle elezioni si avvicina e incombono le prime scadenze per coloro che dovranno esprimere il proprio voto. Sabato 13 scadono i termini per esercitare il diritto del voto a domicilio, riservato esclusivamente a coloro che sono costretti all’immobilità a causa della dipendenza continuata da apparecchi elettromedicali.
Per quanto riguarda l’esercizio del diritto di voto dei ricoverati in case di riposo o altre residenze sanitarie, si comunica che quanto prima sarà necessario comunicare alle direzioni sanitarie la volontà di votare direttamente presso la struttura nella quale si è ricoverati. Ovviamente questo vale per anziani e ricoverati che siano residenti a San Benedetto. Si consiglia di provvedere per tempo a verificare che si sia in possesso della tessera elettorale e di un documento di identità, anche scaduto.
Per quanto riguarda il cosiddetto “voto assistito? (la possibilità, cioè, di essere accompagnati all’interno delle cabine da altro elettore) si rammenta che tale facoltà è permessa esclusivamente ai privi della vista e ai mutilati di entrambi gli arti superiori o comunque nell’impossibilità totale di scrivere a causa di handicap. Tale impossibilità dovrà essere sempre certificata dall’Azienda Sanitaria, tranne per coloro che sono in possesso del libretto nominativo rilasciato attualmente dall’Inps e, in passato, dal Ministero dell’Interno.
Gli elettori non deambulanti, inoltre, potranno votare in qualsiasi sezione elettorale del comune. A tal proposito si ricorda che in ognuno dei plessi che saranno sede di sezione elettorale esistono uno o più seggi abilitati al voto dei portatori di handicap.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 602 volte, 1 oggi)