GROTTAMMARE – Il testo è stato realizzato dalla circoscrizione Marche di Amnesty International, con il sostegno ed il patrocinio di tutte le province della regione e dai comuni di Ancona, Fermo, Macerata e Pesaro. L’evento, organizzato dal gruppo di San Benedetto di Amnesty International con la collaborazione del Comune di Grottammare e della Provincia di Ascoli Piceno, dopo il saluto dell’Assessore alla Cultura del Comune di Grottammare, Enrico Piergallini, si è aperto con la simpatica e veramente brava orchestra della Scuola Media, ad indirizzo musicale, di Sant’Egidio alla Vibrata, composta da 50 elementi e diretta dal Prof. Gabriele Bartoloni.
I ragazzi hanno rallegrato il pubblico in sala con brani di vario genere musicale, dimostrando un’ottima preparazione e ricevendo molti applausi.
Hanno fatto seguito un intervento del Presidente della Provincia Massimo Rossi e la presentazione del libro da parte di Valeria Annibali, Responsabile Educazione della Circoscrizione Marche Amnesty nonché curatrice del testo e Barbara Di Cretico, una delle fotografe che ha partecipato alla realizzazione del libro. Durante la presentazione sono state proiettate alcune foto del lvolume presentato, il quale rappresenta un viaggio colorato e sorprendente nel multiforme universo dei bambini, attraverso una vasta collezione di immagini scattate in tutto il mondo da diversi fotografi. Nasce dal progetto di Valeria Annibali e Roberto Bottoni della circoscrizione Marche di Amnesty International, con l’intenzione di sensibilizzare l’opinione pubblica sui diritti dei minori e sulla condizione dell’infanzia nel mondo. I bambini che sono, o almeno dovrebbero essere, il futuro dell’umanità ma che spesso non sopravvivono abbastanza per diventarlo, talvolta nell’indifferenza più totale di chi potrebbe fare ma non fa. Infine la scrittrice Rita Pelusi, vincitrice del premio letterario Teramo 2002, ha letto il suo racconto “L’acqua di Aziz?, che ha concluso con commozione un bel pomeriggio anche di riflessione.
Amnesty International nasce nel 1961 in Inghilterra, la sezione italiana si è costituita nel 1975, nelle Marche è presente con 9 gruppi e gruppi in formazione. E’ un movimento internazionale a carattere volontario che si batte per contrastare alcune fra le più gravi violazioni di fondamentali diritti umani.. E’ imparziale ed indipendente da ogni governo, come da ogni partito politico o credo religioso. Si fonda sul finanziamento da parte dei suoi soci in tutto il mondo. Non richiede finanziamenti ai governi e tutti i contributi sono soggetti a controlli rigorosi secondo le regole del Consiglio Internazionale del movimento.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 306 volte, 1 oggi)