NOVARA – Un Giuseppe Giannini, che al Piola ha ottenuto il primo punto della sua gestione (si tratta peraltro del primo pareggio stagionale in trasferta per i rossoblu), ha commentato come riportiamo di seguito la gara di Novara.
“C’è un po’ di rammarico perchè la squadra si è mossa bene e ha saputo strappare un pareggio, nonostante abbia subìto due rigori. Non so quante squadre di serie C quest’anno, fuori casa, abbiano fatto altrettanto. Oggi di acquisti in campo, a parte Zamperini, non ce ne erano, semmai avevamo un Martini in meno, e scusate se è poco. Dunque non c’è stato un cambiamento radicale, ma qualcosa è mutato nella testa dei ragazzi che hanno messo in atto quello che avevo chiesto loro: la compattezza, un grande carattere, la voglia di non mollare mai. E’ stata una gara veloce, senza grosse pause, forse con un po’ più di esperienza avremmo potuto raccogliere i tre punti. Non mi hanno convinto nemmeno le decisioni dell’arbitro, ma è inutile stare a recriminare, anche se ci sono stati fischiati contro dei rigori piuttosto ‘particolari’. Per il resto l’arbitro ha gestito bene l’incontro. E’ un punto importante questo, un punto da cui partire. Macaluso? Ha sofferto, ma si è adattato a giocare in un ruolo non suo, va quindi elogiato. Avevamo preso Ogliari proprio per questo motivo. Scandurra? Grande partita: due bei gol e poi ha lottato sempre, facendo reparto da solo. Anche Martinetti, pe ril Novara, ha fatto bene; Pruzzo lo aveva portato alla Roma, lui è romano, dunque lo conosciamo bene”.
Il tecnico del Novara Antonio Cabrini non ha rilasciato dichiarazioni in quanto è da tempo in silenzio stampa per polemica verso gli organi di informazione novaresi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 699 volte, 1 oggi)