ROSATI 6,5. Al rientro da titolare conferisce al reparto difensivo notevole sicurezza: ottimi gli interventi nel primo tempo e nella ripresa. Superato soltanto da un calcio di rigore.
GAZZOLA 5. Lascia ampi spazi agli inserimenti di Stellini e Rossi: non proprio gli ultimi arrivati, è vero. Tanti errori anche in fase di disimpegno.
MACALUSO 6,5. Duello tutto fisico con Zaniolo. Rimedia un’ammonizione ma poi riesce a freddare il suo bollente spirito nonostante le provocazioni degli attaccanti genoani.
ZANETTI 6,5. Sembra tornato quello dello scorso anno: evidentemente i guai fisici che lo hanno perseguitato cominciano ad incidere meno sulle sue prestazioni. Sicuro e imponente, non commette grandi sbavature.
GUASTALVINO 6. A causa di un suo intervento è stato assegnato un calcio di rigore in favore del Genoa. Le immagini televisive attestano invece un reciproco strattonamento tra Guastalvino e Zaniolo, con quest’ultimo che tira la maglia del difensore della Samb per almeno quaranta centimetri. Così è il calcio…
COLONNELLO 6,5. Nota lieta del pomeriggio. Il suo ritorno coincide con un maggior peso difensivo, almeno sulla fascia sinistra. Battaglia e si fa vedere anche in fase offensiva. Su di lui si dovrà contare anche per il futuro.
YANTORNO 6. Conferma pregi e difetti: grande dinamismo, alcune buone doti tecniche, non riesce però ad affondare al momento del cross o degli assist che, un giocatore impiegato nel suo ruolo dovrebbe garantire.
DE ROSA 7. Gladiatore nella Fossa dei Grifoni. Sfodera una prestazione matura dove, oltre alla grinta, impiega tanto raziocinio tanto da risultare contemporaneamente mediano e regista. Tartassato dalle entrate dure, ma per Tommasi nessuna di queste è degna di un cartellino giallo.
MARTINI 6. Ha una grande occasione per portare in vantaggio la Samb ma il pallone scivola sull’erba e gli complica la conclusione. Nella ripresa spreca di sinistro, mentre nel primo tempo fa tremare i guanti di Gazzoli. Male sotto porta ma dimostra di essere pericoloso anche per la difesa più forte del campionato.
PERRULLI 6,5. Con il solo Martini davanti viene impiegato in un ruolo finalmente congeniale per lui e per la squadra: come sempre tornante sinistro ma stavolta il suo “disordine? non porta la Samb a sbilanciarsi in attacco. Tante buone cose, anche se deve migliorare e passare il pallone più spesso. Esce stremato.
FAIETA 5. Un’ombra a centrocampo. Non ci mette la grinta e neanche la testa.
SCANDURRA 5,5. Macchinoso, perde molti palloni e mette in difficoltà la squadra nelle ripartenze.
PEPE 6. Una manciata di minuti ma anche un doppio passo da applausi: viene steso al limite dell’area di rigore ma l’arbitro Tommasi non caccia il cartellino per un fallo volontario…
SANTONI s.v. Pochi minuti al posto di Yantorno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 608 volte, 1 oggi)