SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il caso del difensore della Costa d’Avorio del Messina, Marco Andrè Zoro, fatto oggetto ieri pomeriggio di cori razzisti ad opera di alcuni tifosi dell’Inter, non ha tardato a causare una netta presa di posizione da parte del mondo del calcio. Riportiamo integralmente quanto scritto nel sito della FIGC in merito ad una significativa iniziativa che da mercoledì 30 novembre (in programma la Coppa Italia) a domenica 4 dicembre vedrà protagonisti tutti gli impianti di calcio dalla serie A alla D.
Una grande iniziativa di protesta contro il razzismo vedrà protagonista tutto il mondo del calcio da mercoledì a domenica, coinvolgendo dirigenti, calciatori, allenatori e arbitri impegnati nel turno di Tim Cup e nella prossima giornata di campionato.
La FIGC ha deciso che su tutti campi di gara – da quelli di serie A a quelli dei campionati della Lega nazionale dilettanti – le partite avranno inizio con 5′ di ritardo e i giocatori delle due squadre porteranno al centro del campo uno striscione con lo slogan “NO al razzismo”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 725 volte, 1 oggi)