SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I tifosi della Samb non ci stanno: dopo le notizie trapelate dalla società rossoblu riguardanti i fatti post Pavia-Samb, rimbalzate persino nelle pagine nazionali del quotidiano “La Repubblica?, una delegazione dei rappresentanti della Curva Nord “Massimo Cioffi? ha tenuto a precisare la realtà dell’accaduto.
“Abbiamo letto di mazze da baseball, di 60 incappucciati, di danni alle automobili – spiega il presidente del Centro Coordinamento Curva Nord Livio Righetti – ma nulla di questo è vero! L’unico danno è stata la rottura accidentale di un pneumatico, causata da un fumogeno che, cadendo nelle vicinanze, ha bruciato la gomma. Ecco la fattura delle riparazioni, pagata da noi?. Importo totale: 75 euro (per la cronaca, l’auto danneggiata era di un residente a Santa Vittoria in Matenano, che si trovava a San Benedetto per motivi personali).
“Siamo molto dispiaciuti per queste notizie, perché infangano senza motivo la nostra tifoseria – continua Righetti – Noi ci siamo dati una organizzazione per prevenire qualsiasi tipo di problema, ma, al di là del fatto che quella notte non è accaduto assolutamente nulla, le forze dell’ordine si basano sul clamore suscitato dalla stampa rispetto a certi avvenimenti, più che sull’effettiva realtà degli stessi?. Sembra, inoltre, che a seguito di quella notte sia partita una indagine delle forze dell’ordine che starebbe ascoltando diverse persone. Non è comunque dato sapere se ci siano state delle denuncie da parte di terzi.
“Credo che la maturità della nostra tifoseria sia sotto gli occhi di tutti – ha concluso Righetti – E lo abbiamo confermato attraverso la dissociazione di quanto avvenuto all’automobile di Guastalvino?.
SALERNO. Sono soltanto 500 i biglietti messi a disposizione dei tifosi rossoblù per la prossima trasferta di Salerno, a causa del ridimensionamento della capienza dello stadio “Arechi”. I tifosi si recheranno in Campania a bordo di pullman.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 788 volte, 1 oggi)