PESCARA – A dieci anni di distanza dai fatti, gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Pescara hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Cristoforo Spinelli, 29 anni, componente di una delle famiglie rom più conosciute in città: il giovane deve scontare la condanna definitiva a cinque anni e quattro mesi di carcere per saccheggio e devastazione in merito agli incidenti avvenuti in occasione della gara di calcio tra Pescara e Sambenedettese il 20 gennaio 2003, campionato di Serie C1.

Furono circa 2500 i tifosi della Samb che raggiunsero l’Adriatico di Pescara per la partita disputata in notturna, di lunedì.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.167 volte, 1 oggi)