ATRI PINETO – Si ferma capitan Colonnello. Il difensore rossoblù nel corso dell’amichevole disputata oggi pomeriggio dalla Samb sul campo di Atri Pineto contro l’Hatria, formazione locale militante nel campionato di Eccellenza, in seguito ad una pallonata ha riportato la frattura dell’urna e del radio della mano destra. Al polso del calciatore, accompagnato immediatamente all’ospedale della località abruzzese, è stata applicata una gessatura che lo dovrebbe tenere fuori almeno un mese.
L’ennesimo contrattempo, dopo gli infortuni a Zanetti (disponibile non prima dell’inizio di ottobre) e Rosati – fuori quasi certamente anche domenica prossima – complica di molto i piani di Giuseppe Galderisi in vista della trasferta di Monza. “Mi dispiace tanto per Gianluca (Colonnello, ndr) – dice il tecnico rivierasco – aveva bisogno di lavorare dopo la flebite che lo aveva accompagnato nel corso della preparazione. Speriamo almeno che anche con il gesso possa continuare ad allenarsi regolarmente?.
Nonostante la sfortuna, Nanu guarda avanti: “Nel corso della settimana abbiamo lavorato sodo come nostro consueto, migliorando determinati aspetti e consolidandone altri. Stiamo insomma crescendo. La partita di Monza? Per natura sono sempre ottimista, sono convinto che il lavoro ed il sacrificio pagano sempre?.
I problemi da risolvere però, Galderisi lo sa bene, sono diversi, a partire dalla condizione fisica di gran parte del gruppo a sua disposizione: ?Stiamo dando il massimo – ammette l’allenatore rossoblù – per tentare di migliorare lo stato di forma di diverse pedine. In tanti, troppi, vengono da periodi in cui hanno giocato poco, e mi riferisco a Perrulli, Faieta, De Rosa, Scandurra, Guastalvino e lo stesso Colonnello. Questo stato di cose mi costringe a mettere gente fuori ruolo, come è avvenuto sino ad ora per Tedoldi, il quale se anche non è un centrale è in condizioni migliori di altri. Di concerto con lo staff tecnico stiamo lavorando per portare tutti sul medesimo piano della condizione fisica?.
E a tal proposito oggi pomeriggio, nel corso dell’amichevole in terra abruzzese – che, per la cronaca, è finita 6-1 per i rossoblù con reti di Perrulli, Scandurra, Tedoldi, De Lucia, Faieta e Yantorno – Galderisi ha fatto diversi esperimenti. A partire dalla difesa. Con Di Dio confermato tra i pali, Gazzola è stato sistemato a destra (nel secondo tempo ha giocato Macaluso), Colonnello, poi sostituito da Mattia Santoni, a sinistra e il duo De Pascale (nel secondo tempo gli è subentrato Femiano)-Guastalvino in mezzo, con l’ex Vicenza a disimpegnarsi per gli interi 90 minuti.
Si prospetta insomma un nuovo assetto difensivo per la gara del Brianteo? “Ho lasciato in campo fino alla fine Guastalvino perché ha bisogno di giocare, di riprendere confidenza col ritmo partita. Sta lavorando con grande impegno, è sulla buona strada, ma non credo sia ancora pronto per una gara ufficiale?.
Qualche accorgimento pure a centrocampo dove in mezzo Galderisi ha proposto la coppia De Rosa-Faieta, mentre sugli out hanno agito Perrulli, a sinistra, e l’ex Vis Pesaro Cazzola, sulla destra – quest’ultimo nel corso della ripresa è stato rimpiazzato da Tedoldi. In avanti l’inamovibile tandem Martini-Scandurra.
In definitiva: quante e quali novità potremmo attenderci per la trasferta di Monza?
“Ho svariate opportunità a disposizione. Posso dire che Faieta sta meglio, come pure continua a lavorare bene Paolucci (impiegato nel secondo tempo, ndr). Ma quello che più mi interessa al momento è, come dicevo prima, portare il gruppo sullo stesso livello di forma. E’ la cosa più importante e ci stiamo lavorando tanto?.
Segnaliamo in ultimo che nel pomeriggio ha lavorato a parte anche Michele Santoni, a causa di un lieve affaticamento.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 611 volte, 1 oggi)