SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Picchiata e insultata per aver sbagliato l’uscita dell’autostrada. Questo il motivo che ha scatenato una furiosa lite tra D.F., 34 anni, di Folignano e la compagna, una 27enne ucraina, rea di avere sbagliato il casello d’uscita dell’A14. Abbandonata nell’area di servizio Tortoreto Est con fratture al viso e trauma cranico, l’ucraina è stata ricoverata, l’uomo arrestato. 
Questa la dinamica dei fatti: i due si frequentavano da qualche tempo e, prima del furioso litigio, lui aveva prelevato la giovane in un locale notturno di Civitanova Marche, dove lei lavorava come ballerina. La donna si era messa alla guida dell’auto, perchè lui era troppo stanco per farlo. Per errore, però, era uscita al casello di Giulianova-Mosciano S.Angelo, anzichè a quello di S.Benedetto. Rientrati in autostrada, i due hanno raggiunto l’area di servizio dove la discussione è degenerata in un’aggressione per la quale l’arrestato si è servito anche di un grosso cacciavite. 
L’uomo, raggiunto dalla Polizia Stradale nei pressi del casello di S.Benedetto, è stato rinchiuso nel carcere di Ascoli e dovrà ora rispondere dei reati di lesioni aggravate continuate, aminacce e percosse. La giovane donna, ricoverata nell’ospedale di Atri, è stata invece giudicata guaribile in 25 giorni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.352 volte, 1 oggi)