MARTINSICURO – In preda ad un rapts di gelosia rinchiude la convivente in camera da letto impedendole di andare al lavoro. Il fatto è accaduto domenica scorsa a Martinsicuro: un operaio di 34 anni, C.D., è stato denunciato dalla sua compagna per essere stata prima picchiata e poi sequestrata in una stanza dell’abitazione in cui la coppia viveva.

La donna B.M., una ballerina 24enne del posto, nei mesi scorsi era stata ripetutamente minacciata di morte e picchiata dall’uomo, che non gradiva il lavoro che lei svolgeva in un locale notturno della zona. Domenica l’operaio, dopo averla schiaffeggiata, l’ha chiusa a chiave in camera sua e l’ha liberata dopo parecchie ore. La donna non ha esitato a sporgere denuncia per l’accaduto ai carabinieri del posto. Il 34enne è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Teramo per i reati di sequestro di persona, percosse e minacce.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 463 volte, 1 oggi)