SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Continua, a grande richiesta, la panoramica sugli uomini che hanno costruito, negli ultimi cinque decenni, il mito Samb. Venerdì prossimo in edicola potrete trovare, con “Sambenedettoggi”, una dettagliata intervista ad Abramo Pagani, torinese trapiantato in Riviera, che tra gli anni Sessanta e Settanta ha giocato a San Benedetto, Pescara, Ascoli e Ancona. Di seguito proponiamo un breve stralcio.
*****
Che differenze c’erano, o ci sono, tra le tifoserie di San Benedetto e Ascoli?
San Benedetto ha dei tifosi più sanguigni e meno polemici. Specialmente negli Anni Sessanta e Settanta, a San Benedetto c’era già una cultura dello sport e della “sofferenza?. Ad Ascoli invece le vittorie sono arrivate subito e consecutivamente, non permettendo al proprio pubblico di maturare con calma. Anche quest’anno, nonostante i grandi sforzi della società e il campionato di vertice, ci sono continue contestazioni…

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.360 volte, 1 oggi)