SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo le interviste ad Alberto Eliani e Alfiero Caposciutti, venerdì prossimo sarà pubblicata, sul settimanale “Sambenedetto Oggi” un’ampia intervista ad uno dei difensori più importanti della storia della Samb: Ivo Di Francesco.
Riportiamo di seguito un passo dell’intervista, relativo al famoso “crack” della Samb nel campionato 1969-70, quando i rossoblù, a causa di roventi polemiche tra società, allenatore (Faccenda), giocatori e tifosi dilapidarono un vantaggio di nove punti (e la vittoria ne valeva due…) a vantaggio della Massese, che fu promossa in Serie B.
Nell’intervista inoltre divertenti aneddoti sulla Samb: da Carletto Mazzone quando giocava all’Ascoli, al giovane Franco Causio, ai rapporti di Di Francesco con mister Eliani.
*****
Invece cosa accadde?
Andammo ad Ascoli, in una partita che dominammo, sbagliando diversi gol e colpendo due pali. Poi l’arbitro assegnò un rigore inesistente all’Ascoli e perdemmo 2-0. La curva di tifosi sambenedettesi era stracolma, e ci fu anche un’invasione di campo. La settimana successiva ospitammo la Massese, e pareggiammo 0-0. Poi andammo a La Spezia, e perdemmo 1-0. Durante il viaggio Faccenda, accompagnato da moglie e cognata, ci tenne costantemente sott’occhio, immaginando chissà quali trame. Addirittura al nostro ritorno a San Benedetto si sparse la voce che avevamo brindato alla sconfitta in un autogrill…Così, il martedì successivo, in tre venimmo posti fuori squadra. E perdemmo il campionato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 855 volte, 1 oggi)