ROMA – “Faccio gli auguri a De Laurentiis e spero che il Napoli in serie C possa svolgere un`attività di prestigio”. Con queste poche parole il presidente della Figc Franco Carraro ha commentato la fine del caso Napoli dopo la tormentata estate calcistica: il Consiglio federale ha dato l`ok per l`iscrizione della Napoli soccer in C/1. Carraro ha voluto ringraziare il Coni e i dirigenti federali ma non vuole parlare di vittoria del sistema sportivo. “Penso che quando una società come in Napoli non milita in Serie A non è mai una vittoria per il calcio” – ha detto Carraro – “noi dobbiamo soltanto far rispettare le nostre regole, a volte è spiacevole applicarle ma è importante che siano sempre applicate”.
Nel sistema dei ripescaggi decisi oggi dal consiglio federale (con la Pro Vasto che dai dilettanti è salita in C/2 per prendere il posto della Fidelis Andria – a sua volta rimpiazzo in C/1 del Como messo fuori dal Tar del Lazio) si apre una speranza anche per l`Ancona che potrebbe essere reinserita, con un provvedimento di carattere straordinario in serie D per meriti sportivi.
Altre due buone notizie per il Napoli Soccer, erede del titolo sportivo del Napoli. La società partenopea, infatti, avrà tempo fino al 10 settembre per l`iscrizione in campionato, e fino al 23 per il mercato. Lo ha deciso il consiglio federale. Il termine per l`iscrizione in C1 scadrà alle 19 del 10/9. Il mercato dei partenopei potrà invece proseguire, in deroga, fino al 23. La Lega di C1 differirà quindi le prime due gare del Napoli e stabilira` i recuperi. Iscritte anche in C1 l`Andria e in C2 la Pro Vasto, che avranno tempo fino al 23/9 per il mercato.
Per quanto riguarda la composizione dei gironi la “X? del girone B sarà sostituita dal Napoli, così come la stessa Fidelis farà parte della divisione est, al posto del Sora, spedito nel girone A.

Fonte: datasport.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 577 volte, 1 oggi)