NAPOLI – Sarà il Tar del Lazio a decidere il destino del Napoli. Il giudice della sesta sezione feriale del Tribunale civile di Napoli, Antonio Mungo, chiamato a pronunciarsi sui provvedimenti adottati dallo stesso Tribunale partenopeo sul blocco del campionato di serie B e sull`appartenenza del titolo sportivo del Napoli calcio, ha ravvisato un difetto di giurisdizione in entrambi i casi, rinviando, infatti, la questione al Tar del Lazio.
Delusione profonda in città. In pratica, per i tifosi e per chi come Gaucci aveva lottato contro la retrocessione, la fine del sogno sembra scontata.
“Sono deluso, molto deluso, perché ho sempre detto che Napoli doveva difendere la B con tutti i crismi, invece Napoli ha difeso la C facendo la volontà dei padroni – ha detto il vulcanico patron del Perugia -Peccato, mi ero affezionato a questa città e ai suoi tifosi”.
Sembra quindi un addio, questo. Gaucci non nasconde la sua delusione, e aggiunge: “Ci sono piccole città che difendono il titolo con i denti come L`Aquila e Viterbo. Napoli secondo me non l`ha fatto. Ho dato tutto me stesso per la B, altri probabilmente se la sono venduta. Ma come si fa in una città come Napoli a non difendere un titolo acquisito sul campo? A Catania tutti hanno difeso il titolo, anche la politica, a Napoli non è stato così, e pensare che la causa del Napoli era più giusta e lineare di quella del Catania”.
“Faremo ricorso al Tar – continua – solo per una questione di giustizia. Ma anche se avremo ragione non ci daranno il titolo”. La prospettiva della C1, a questo punto l`ipotesi più probabile, non interessa a Gaucci. “Mi vergognerei di guidare il Napoli in C1. Se avessi voluto l`avrei potuto prendere per 7 milioni col Lodo Petrucci, ma non me la sentivo di guidare il Napoli in C1”.
Anche i tifosi hanno reagito, a modo loro. Un gruppo di sostenitori azzurri, a bordo di ciclomotori e motociclette, ha raggiunto la stazione ferroviaria centrale dove si è spostata la protesta (stamattina i supporters – un 200 – erano davanti Castel Capuano ad intonare cori contro Carraro). I tifosi sono entrati in stazione con i motorini e li hanno parcheggiati all`interno dello scalo, dirigendosi poi verso i binari. Alcuni supporter del Napoli hanno quindi bloccato un Eurostar diretto a Milano, invitando i passeggeri a scendere.

Fonte: datasport.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 761 volte, 1 oggi)