MARTINISCURO – “Un episodio gravissimo”: con questi termini il sindaco Di Salvatore commenta l’aggressione avvenuta domenica scorsa in Municipio ai danni del messo comunale trovatosi faccia a faccia con un ladro all’interno dell’edificio. Il dipendente, verso l’una e mezza, si è recato in Comune per depositare i registri di una lotteria di beneficenza che si era svolta in mattinata a Martinsicuro, ma quando ha aperto il portone d’ingresso, si è imbattuto con il ladro che trascinando due sacchi di refurtiva, stava per darsi alla fuga. Il malvivente, descritto come un uomo di corporatura alta e dalla carnagione scura, ha sollevato di peso l’impiegato e lo ha gettato a terra, procurandogli la frattura di due costole.

“Quanto accaduto è gravissimo e preoccupante – ha affermato il primo cittadino – ed è sintomatico di quanto la nostra città abbia bisogno di maggiori controlli sul territorio e un potenziamento delle forze dell’ordine già presenti. La situazione sta diventando insostenibile”.

L’episodio, l’ultimo e il più grave finora verificatosi tra le irruzioni effettuate negli ultimi mesi negli edifici pubblici di Martinsicuro, ha spinto l’amministrazione comunale ad intervenire d’urgenza, per cercare di arginare le incursioni dei ladri all’interno del palazzo municipale: “Installeremo nei due ingressi principali delle inferriate e due telecamere di sicurezza, in modo tale da monitorare i due accessi dai quali i ladri si introducono in Comune”. Una soluzione che mette in sicurezza il Municipio ma che comunque non risolve il problema dei furti con scasso nei restanti edifici pubblici, come ad esempio nelle scuole, più volte visitate dai balordi sia a Villa Rosa che nel centro cittadino. “Abbiamo in programma di installare impianti di allarme, ma stiamo valutando i preventivi di spesa. Di certo vista la scarsità di fondi a disposizione e i costi piuttosto elevati, non potremo metterli in tutti gli edifici comunali, che sono numerosi, ma ci limiteremo a quelli principali, in particolare nelle scuole”. Intanto per il momento come primo intervento si sta valutando di sistemare inferriate anche ai punti di accesso degli edifici scolastici.

“Queste sono soluzioni tampone – ha aggiunto Di Salvatore –  ma è chiaro che la nostra città necessità di una maggiore presenza delle Forze dell’Ordine poiché il problema della sicurezza è serio, per questo ho intenzione di rinnovare nuovamente gli appelli alle autorità preposte, anche se finora sono rimasti sempre inascoltati. Per il momento nei prossimi mesi usufruiremo dei rinforzi del Posto di Polizia estivo che, visti gli ottimi risultati ottenuti lo scorso anno, contribuiranno ad aumentare la sicurezza sul territorio, seppure in maniera temporanea”. Il presidio, che lo scorso anno era stato assegnato a Martinsicuro, quest’anno sarà ospitato ad Alba Adriatica e provvederà a pattugliare i Comuni costieri nei mesi estivi, quando la popolazione aumenta per via delle presenze turistiche.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 325 volte, 1 oggi)