GROTTAMMARE – Il comune ha bandito un avviso per il rilascio della dichiarazione di “negozio turistico e pro loco” a 4 attività commerciali del territorio comunale, di cui 1 nel vecchio incasato, 2 nella zona centrale (tra via Sisto V a via Pertini) e 1 nel quartiere Ascolani. Il riconoscimento è riferito alle realtà commerciali inserite nelle categorie di Esercizi di vicinato con superficie di vendita fino a mq. 400 e di Somministrazione di Alimenti e Bevande.

Il titolo andrà ad identificare una attività commerciale che lavora anche a favore dell’immagine turistica della Città, soprattutto dal punto di vista dell’ accoglienza. L’ottenimento del riconoscimento prevede uno sconto TARI del 50%, fino a un massimo di 500 € a partire dal 2025.

Il termine per l’invio delle candidature è fissato all’11 luglio, nelle modalità previste dall’avviso pubblicato integralmente nella sezione “Avvisi e bandi” del sito istituzionale dell’ente.

La collocazione dei negozi è stata strutturata in maniera tale da garantire la copertura a tutto il territorio”,  spiega la consigliera delegata alle Attività produttive Cristina Baldoni, che ha promosso l’iniziativa a cui la Giunta comunale ha dato il via libera la settimana scorsa.

L’idea di istituire una tipologia innovativa di attività commerciale quale il negozio turistico e pro loco – prosegue la consigliera – nasce dalla volontà di fornire un’offerta commerciale ancor più qualificata da parte delle nostre attività e un ulteriore servizio ai turisti che frequentano il Comune di Grottammare e, in generale, a coloro che visitano il paese in periodi notoriamente non collegati al flusso turistico estivoL‘iniziativa muove appunto dall’esigenza di fornire un punto di riferimento per l’utenza turistica e la collettività in generale, che trovandosi a passeggiare per le vie del paese, abbia la possibilità, accedendo ai negozi turistici e pro loco, di usufruire di tutta la disponibilità turistica del nostro Comune, tramite un pc dedicato e dei depliant appositi con le iniziative legate anche al commercio. Il tutto, oltre alla possibilità di fruire di servizi igienici e della lingua straniera”.

I titolari delle attività commerciali riconosciute si impegneranno a rispettare i seguenti criteri generali:

a tenere aperto il proprio negozio con orario continuato e ininterrotto sia la mattina che il pomeriggio (almeno tre ore più tre, per complessive sei ore) e, per almeno due ore serali dal 15 giugno al 15 settembre e, previo accordo, al di fuori di suddetto periodo, in occasione di particolari eventi promossi dall’Amministrazione comunale che interessino la zona, compatibilmente con il giorno di chiusura dell’attività;

ad individuare all’interno del negozio un’area dedicata, dotata di pc con connessione internet gratuita, a disposizione del turista consumatore, della superficie non inferiore ad 1 mq;

a distribuire materiale cartaceo informativo di promozione turistica istituzionale;

a mettere a disposizione almeno una unità di personale con competenze linguistiche adeguate (inglese, tedesco, ecc.);

a consentire la possibilità di accesso ai servizi igienici.

L’ attività sarà identificata attraverso una vetrofania.