CUPRA MARITTIMA – “Il personale dell’Ufficio Locale Marittimo-Guardia Costiera di Cupra Marittima, sotto il coordinamento della Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto, nella notte tra il 1 e il 2 luglio ha proceduto alla rimozione e al contestuale sequestro di attrezzatura balneare di vario genere (ombrelloni, supporti, basi, sdraio, lettini, tavolini e altro), per un totale di 127 pezzi, impropriamente depositata sulle spiagge libere del Comune di Cupra Marittima dopo il tramonto, in violazione al vigente regolamento comunale sull’utilizzo del litorale marittimo”.

Così dalla Capitaneria sambenedettese in una nota stampa diffusa il 2 luglio: “La rimozione, resasi necessaria al fine di ripristinare la libera fruizione delle spiagge, ha consentito di restituire alla collettività circa 1500 metri quadri di spiaggia libera, abusivamente occupata”.

“L’attività di vigilanza della Guardia Costiera di Cupra Marittima proseguirà per tutta la stagione balneare, al fine di garantire la sicurezza della balneazione e la fruibilità del pubblico demanio marittimo” concludono dalla Capitaneria.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.