SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Cristian Melatini, Presidente della Croce Rossa di San Benedetto, ha incontrato il Sindaco Pasqualino Piunti per la consegna della bandiera della Croce Rossa.

La bandiera sarà esposta presso il Comune di San Benedetto del Tronto fino al 9 maggio per celebrare la Giornata mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa. Melatini ha colto l’occasione per fare il punto della situazione e sottolineare il costante impegno profuso in questo lunghissimo anno: “Essere accolti qui, per il nostro Comitato, significa simbolicamente essere accolti nelle case di tutti i cittadini con cui abbiamo vissuto questi mesi di pandemia, per consegnare pacchi di viveri, farmaci, supporto psicologico telefonico, effettuare unità di strada in supporto alle persone senza fissa dimora o ancora provvedere ai trasporti sanitari o dimissioni e molto altro ancora. Tutti insieme siamo stati inarrestabili nel fronteggiare ogni attività sul fronte Coronavirus. E questo slogan, voluto dalla Croce Rossa nazionale per celebrare la giornata mondiale che cade l’8 maggio, interpreta bene il sentimento e lo spirito di servizio con cui abbiamo vissuto questi mesi difficili senza fare mai un passo indietro.”

“Ad issare la bandiera e a divulgare i valori che essa comunica non sono solo – prosegue Melatini – ma ci sono tutti i 210 volontari di Croce Rossa che rappresentano più che mai la parte più bella della nostra società: siamo il terzo settore, quello silenzioso e operoso che non si risparmia, quello che dà speranza reale di rinascita a un nuovo umanesimo”.

“Essere volontari significa includere, accogliere, vivere con l’altro e per l’altro. Volontario però non è solo chi indossa la divisa. Volontari sono anche tutti quei cittadini che in questi mesi hanno adottato comportamenti adeguati: rispettando le regole, prodigandosi all’interno delle proprie famiglie o supportando un amico in un momento disperato. Vogliamo dare il giusto valore ad ogni gesto di gentilezza per riconoscere concretezza all’importanza di esserci gli uni per gli altri”.

“Noi di Croce Rossa continueremo inarrestabili a fare quello che il territorio ci chiede con competenza, professionalità e passione. Ma saremo ancora più forti se potremo contare sul rinnovato supporto delle donazioni di enti, aziende o privati, necessarie per rendere reali progetti preziosi destinati alla Comunità che presidiamo, corroborando così un circolo di fiducia e scambio”.

La Croce Rossa di San Benedetto del Tronto è un bene di tutti – conclude Melatini – Chiunque può diventarne parte, non soltanto l’8 maggio. La nostra bandiera sventolerà ogni giorno sul pennone della nostra sede a testimonianza di tutta la movimentazione di cui siamo capaci”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.