FERMO – “Proseguono, giorno e notte, i controlli disposti sul territorio dal comando provinciale carabinieri di fermo, in particolare per contrastare la diffusione del contagio da Covid-19.  Ed anche stavolta i risultati non si sono fatti attendere”.

Così il Comando Provinciale dei Carabinieri di Fermo in una nota stampa diffusa il primo marzo: “I militari della Stazione di Montegranaro, che gia’ due notti fa avevano sorpreso ben sei cittadini a spasso per le vie cittadine, dopo le ore 22, senza alcuna valida motivazione che li autorizzasse a superare quel limite orario, ne hanno contravvenzionati ieri altri quattro per lo stesso motivo. Pure per loro, ovviamente, e’ scattata la segnalazione alla competente autorita’ amministrativa”.

Dall’Arma aggiungono: “I militari della Radiomobile di Fermo, invece, coordinati dal Maresciallo Maggiore De Angelis, hanno beccato due giovani marocchini che si erano appartati in contrada San Marco a Fermo e, dopo aver accuratamente preparato piccoli quantitativi di eroina, avevano iniziato ad assumerla bruciandola su lembi di carta stagnola. Purtroppo per loro, pero’, i carabinieri sono sopraggiunti a bordo della ‘gazzella’ prima che riuscissero a terminarla”.

“Immediato e’ scattato il sequestro amministrativo dei due manufatti, ed anche la segnalazione alla Prefettura di Fermo per la detenzione di sostanza stupefacente per l’uso personale – si legge nella nota stampa –  Come promesso, i controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni e sempre con le stesse finalita’: zero tolleranza per chi ignora le normative anti-Covid, e lotta senza quartiere al malaffare, stupefacenti compresi”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.