ROMA – Ancora un marchigiano sul podio più alto della boxe nazionale. Emanuele Ansalone, diciassettenne di San Benedetto del Tronto, è il nuovo campione italiano Youth nella categoria 75 kg. Il pugile sanbenedettese dopo essersi qualificato ai campionati interregionali ha sconfitto nelle selezioni di Montesilvano l’umbro Vladimir Cemko e il romagnolo Diego Chioatto.

Salito sul prestigioso ring del Palasantoro di Roma, ha battuto ai punti il forte siciliano Domenico Caravello e infine, nella finale di ieri, ha vinto ai punti contro il temuto Federico Tressari del Friuli Venezia Giulia, conquistando così la medaglia d’oro di campione italiano. Emanuele Ansalone frequenta il 4° anno del liceo linguistico Augusto Capriotti di San Benedetto del Tronto e da quando aveva 14 anni pratica la boxe  agonistica presso la palestra dell’Accademia Pugilistica 1923. Il ragazzo dallo stile altamente tecnico combatte con guardia mancina e vanta un record di ben 22 match disputati, di cui più della metà vinti.

Entusiasta il suo maestro e preparatore Jonny Cocci, noto pugile professionista, dalla cui palestra, la Pugilistica 1923, è riuscito a plasmare dei neo campioni come pure Matteo Forconi laureatosi campione italiano Junior 2020 e Marcello Di Gennaro classificatosi al quarto posto. Soddisfatto anche il nuovo presidente della Federazione Pugilista delle Marche Luciano Romanella che ha evidenziato la formazione eccellente del variegato vivaio di atleti marchigiani e l’alto spessore dei maestri presenti nelle palestre della nostra regione.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.