jDIRITTI AL PUNTO – UNA RUBRICA DELL’AVVOCATO ANDREA BROGLIA

 

Ogni contratto di locazione deve obbligatoriamente essere scritto e registrato all’Agenzia delle Entrate. In difetto di tali requisiti, il contratto è nullo e il locatore non potrà esperire la procedura di sfratto.

E quindi, come fare a mandare via un inquilino moroso a cui il locatore ha affittato affittato l’immobile in nero?

E’ possibile attivare la cosiddetta azione di occupazione senza titolo.  Trattasi di una causa ordinaria più lunga e costosa rispetto ad un procedimento di sfratto, dove il locatore potrà richiedere il possesso del proprio bene ma non potrà esigere i canoni di locazione non versati dall’inquilino. Si potrà soltanto richiedere un’indennità di occupazione che è una sorta di indennizzo per la perdita economica subita, comunque inferiore ad un normale canone di affitto.

Il giudice potrà denunciare il locatore alla Guardia di Finanza o all’Agenzia delle Entrate?

No. L’obbligo per i magistrati di comunicare l’episodio alle autorità inquirenti scatta solo in presenza di illeciti penali, mentre l’affitto in nero non costituisce un reato. E’ solo un illecito tributario, un’evasione fiscale.

 

Se avete domande, curiosità o quesiti di natura giuridica commentate l’articolo, qui o sui social o scrivete a info@rivieraoggi.it, specificando nell’oggetto della mail “Diritti al Punto” e la redazione vi risponderà.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.