SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Decine di servizi sul territorio sono stati programmati e messi in atto dai Carabinieri del Comando Provinciale di Ascoli Piceno nel fine settimana da poco passato, sia con l’obiettivo di prevenire il crimine predatorio e sia per il controllo del rispetto della normativa volta a prevenire la diffusione della pandemia da Coronavirus.

“Le Compagnie e le Stazioni Carabinieri, sempre attive e a disposizione della cittadinanza, nell’ambito dei citati servizi, oltre al controllo di centinaia di utenti della strada, hanno proceduto a denunciare alla Magistratura ascolana due cittadini risultati positivi all’Alcol Test” fanno sapere dal Comando Provinciale in una nota stampa diffusa il 16 novembre.

Dall’Arma proseguono: “Nello specifico, i Carabinieri della Compagnia di Ascoli Piceno, hanno fermato e controllato una cinquantenne ascolana, colta alla guida della sua utilitaria in centro cittadino con un tasso alcolemico 6 volte superiore al limite consentito, misurato con la strumentazione in dotazione”.

“Sempre nell’ambito dei controlli alla circolazione stradale, a Cupra Marittima, i Carabinieri della locale Stazione hanno sorpreso un 49enne del posto alla guida della propria autovettura con un tasso alcolemico superiore al limite consentito” aggiungono dal Comando Provinciale.

In entrambi i casi si è provveduto al ritiro della patente.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.