SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Samb, reduce da tre risultati utili consecutivi, sarà di scena domenica 15 dicembre allo stadio “Cabassi” di Carpi, nella sfida valida per la 19a ed ultima giornata del campionato di Serie C girone B.

Quando siamo giunti al giro di boa della stagione, le due compagini sono separate da 10 punti, con i biancorossi a quattro lunghezze dalla capolista (e già Campione d’Inverno) Vicenza. Fino ad ora, i padroni di casa hanno vinto 12 volte, perso in 4 occasioni e pareggiato solo 2 volte contro Vicenza e Padova. Quello degli emiliani, è il secondo miglior attacco del campionato con 30 gol (solo la Reggio Audace ha fatto meglio di una sola marcatura). 15 sono invece le reti incassate, 7 in meno dei rossoblu.

Nel precedente match, il Carpi ha battuto 1 a 0 la Vis Pesaro allo stadio “Benelli”, inanellando il sesto successo consecutivo. Si tratta di un risultato storico per gli uomini di Riolfo, che mai nella loro storia erano riusciti ad ottenere una così lunga striscia di imbattibilità in un campionato professionistico. A sbloccare e decidere l’incontro, è stato il colpo di testa vincente di Maurizi allo scadere della prima frazione di gioco.

Il mister Giancarlo Riolfo, tenterà sulla scia dell’entusiasmo di prolungare la serie positiva battendo gli uomini di Montero. Per farlo potrebbe confermare lo stesso modulo ad “albero di Natale” e gli stessi ragazzi che hanno concesso pochissime occasioni al reparto offensivo della Vis. Non disponibili il terzino sinistro Pezzi e l’attaccante classe ’91 Michele Vano, miglior marcatore della squadra con 8 centri. In cabina di regia chance per Fofana, mentre nel reparto avanzato, ballottaggio tra Biasci e Carletti.

Occhio anche alle condizioni climatiche, col terreno di gioco che domenica potrebbe non essere nelle migliori condizioni a causa del nevischio che in questi giorni sta colpendo Carpi. Il manto erboso del “Cabassi”, qualora le temperature non dovessero alzarsi, potrebbe pertanto essere ghiacciato.

L’ultimo incontro fra queste due compagini, è datato 14 febbraio 1993 e terminò con una sonora sconfitta per tre reti a zero ai danni dei rossoblu allora guidati in panchina da Zibì Boniek, il “Bello di Notte”(soprannome attribuitogli dall’Avvocato Gianni Agnelli durante la sua militanza tra i bianconeri) che giocò nella Juventus e nella Roma negli anni ’80. Gli emiliani vantano una partecipazione nel massimo campionato nella stagione 2015/16 ed ha disputato 5 stagioni nella serie cadetta tra il 2013 e il 2018.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.