SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo i tanti allarmi periodicamente lanciati da cittadini, comitati e anche da questo giornale, la situazione della Torre del Porto è quanto mai pericolosa. Albano Ferri, residente proprio nel quartiere Sentina e uno dei maggiori storici dell’area, segnala infatti l’aumento del pericolo provocato dall’avanzamento costante della linea di costa, arrivata, dopo le ultime mareggiate, a meno di 10 metri dallo storico edificio.

9,58. Non è solo il record mondiale sui 100 metri piani, ora è anche la distanza in metri tra la linea di costa e la Torre sul Porto della Riserva Naturale Sentina – scrive Ferri – Dopo 476 anni (costruita nel 1543, uno degli edifici più antichi rimasti a San Benedetto del Tronto, al confine tra Marche e Abruzzo) la nostra generazione la vedrà scomparire, una bella soddisfazione non c’è che dire“.

“Per tutti quelli che aspettano il disastro per poi intervenire (in Italia abbiamo i migliori esperti in questa disciplina) dico state pronti, mancano appena 9 metri e 58 centimetri poi via con la disperazione, le donazioni, i progetti di recupero e quanto altro vogliate”.

“Sveglia  Regione Marche, sveglia Sopraintendenza. È una vergogna nazionale” conclude amaramente Ferri.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.