ROMA – Si è svolta ieri, 28 settembre, a Roma l’adunanza della 3ª sezione del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici per esaminare il progetto relativo alle barriere anti-rumore per il tratto ferroviario nei Comuni di San Benedetto del Tronto e Grottammare.

La commissione era presieduta dall’ing. Carlea, erano presenti anche i tecnici dei Comuni interessati, l’ing. Polidori e l’ing. Marucci, l’assessore Andrea Traini e l’arch. Paolo Storani della Regione Marche.

«Ringrazio l’ing. Carlea per avermi dato l’opportunità di seguire in prima persona i lavori», commenta il sen. Giorgio Fede del M5S, «riprendiamo così il lavoro per una revisione normativa della questione, avviato con il collega Mauro Coltorti, presidente della Commissione Lavori Pubblici in Senato, partendo dalle segnalazioni dei nostri portavoce e attivisti e dei cittadini dei territori coinvolti. Un lavoro interrotto a causa della crisi di governo di quest’estate, ma che fortunatamente potremo continuare a seguire in prima persona, potendo così tutelare gli interessi dei nostri territori e cercando di colmare, anche grazie agli spunti emersi oggi in adunanza, il vuoto di azioni politiche che proseguiva da oltre 15 anni. Ricordiamo che si tratta di progetti che prevedono barriere alte circa 10 metri lungo la nostra costa, in mezzo alle nostre città. Stiamo finalmente cercando di fermarli».

«La commissione, dopo un esame approfondito e puntale del progetto, redigerà un parere consultivo per RFI, in cui riporterà indicazioni e raccomandazioni. La fase successiva sarà la Conferenza dei Servizi e gli altri adempimenti previsti. Dopo anni di abbandono politico della questione, noi continuiamo a lavorare, senza troppo clamore, tenendo al centro gli interessi dei cittadini», conclude il senatore Fede.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.