SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Due i principali episodi contestati durante Samb-Modena 1-1, entrambi nella ripresa, che dovranno poi essere osservati ancor meglio nelle repliche video on line. Sul primo, un fallo di mano di un difensore modenese, l’arbitro Rutella, sezione di Enna, ha fatto segno plateale di considerare il fallo non da calcio di rigore (forse per la vicinanza della conclusione?).

Nel secondo, successivamente, grandi proteste di Rapisarda, caduto a terra al momento della conclusione. La fotografia del nostro Matteo Straccia immortala inequivocabilòmente come Rapisarda sia stato trattenuto per la maglietta, tirata su, e anche come l’arbitro fosse in eccellente posizione. Eppure, non ha ravvisato la necessità di fischiare.

Altre due contestazioni del pubblico di casa relativi all’applicazione della regola dal vantaggio: nel primo tempo Rutella ha atteso gli sviluppi dell’azione e ha poi fermato il gioco sulla ripartenza pericolosa di Cernigoi e Orlando; nella ripresa ha fermato nuovamente Cernigoi e Frediani, stavolta ammonendo però un giocatore del Modena. Anche se a norma di regolamento poteva comminare la sanzione alla fine dell’azione.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.