SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Fabio Urbinati risponde a Rosaria Falco. Il consigliere regionale, che con un video postato sui social ha garantito che l’ospedale di San Benedetto resterà aperto come struttura “Di Base” anche con un nuovo ospedale a Pagliare contesta la consigliera comunale che, pure lei sui social aveva messo in dubbio la reperibilità dei posti letto per tutte queste strutture (clicca qui) .

“La consigliera Falco, che sembra diventata un luminare della Sanità, viste le difficoltà del comitato negli ultimi giorni, mette tutto in un calderone come nella migliore tradizione dei minestroni” dice Urbinati, che sui posti letto risponde: “Se stiamo parlando di strutture pubbliche, cosa c’entrano i posti letto nelle cliniche private picene che esistono da oltre 60 anni?”. 

“Qui parliamo di ospedali pubblici, una volta decise le strutture si ripartiranno i posti letto” prosegue il “dem”. “A questo punto, per rimarcare l’incoerenza, a Rosaria Falco rispondo con una domanda da cui arriverà la rispista che cerca lei: visto che loro vogliono l’ospedale di primo livello a Monteprandone e l’ospedale di base ad ascoli, mi dice la consiglera Falco quanti posti letto metterà a Monteprandone e quanti ad Ascoli?” chiede Urbinati che spiega: “Con questo voglio provare che chi parla in questo modo vuole fare solo polemica. Ribadisco” prosegue il consigliere regionale “ieri Ceriscioli ha aperto a un ospedale di Base a San Benedetto e questo è un grande risultato”.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.