SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Grande festa per i 100 anni del Torrione Calcio.

In occasione del centenario, L’Asd Torrione Calcio 1919 organizza due giornate ricche di eventi, il 29 e il 30 giugno in Piazza Bice Piacentini, al Paese Alto di San Benedetto dal titolo “Essere Torrione – 100 anni di storia”.

Ecco il programma completo delle due giornate:

sabato 29 giugno: alle ore 18.30 sarà celebrata la Santa Messa dedicata a tutti gli atleti del Torrione e, a seguire, la presentazione del libro “I Boys del Castello” di Giuseppe Merlini. Alle 19.30 apriranno gli stand gastronomici. Alle 21 salirà sul palco la società di ginnastica artistica “Mamoti” con esibizione di alcune atlete. La serata proseguirà in musica, con gli “Ellis Road Band”.

Domenica 30 giugno la serata inizierà alle 19 con la premiazione di vecchi e nuovi personaggi del Torrione. I premi saranno consegnati dai noti giornalisti Remo Croci e Maurizio Compagnoni. A seguire la presentazione della nuova divisa commemorativa. Tutta la serata sarà presentata dal comico Angelo Carestia, con intermezzi di cabaret e imitazioni. Alle 19.30 apriranno gli stand gastronomici e dalle 21.30 ci saranno “I Recidivi” in concerto.

Protagonisti delle due giornate saranno, oltre al calcio, gli altri sport che hanno fatto la storia: pallavolo, baseball, calcio a 5, atletica e freccette. Inoltre, ci saranno gonfiabili per bambini, gadget e musica.

A esprimere soddisfazione per questo evento interviene l’assessore allo sport Pierluigi Tassotti: “Il Torrione Calcio è un esempio di attivismo e serietà. Migliaia di ragazzi hanno giocato con questa squadra. Indossare una maglia ci deve rendere orgogliosi di essere sambenedettesi per il perseguimento di uno sport sano. Sono solo i primi 100 anni, dopo la festa si ripartirà con energia e positività. Vi saremo vicini sperando di fare un altro pezzo di storia”.

L’assessore alla cultura Annalisa Ruggieri si associa alle parole di Tassotti e aggiunge: “Dopo 100 anni un’associazione sportiva diventa un’associazione che permea il tessuto sociale della città. Grazie a Spazzafumo, a chi lo ha preceduto e a chi avrà l’onere e l’onore di prendere le redini della squadra. Una squadra di calcio che porta all’aggregazione tra ragazzi e a conoscere il primo centro storico di San Benedetto”.

Il Presidente del Torrione, Antonio Spazzafumo, spiega il motivo del nome della festa “Essere Torrione”: “È per sottolineare l’importanza dell’aggregazione che permette ai ragazzi di stare insieme e uscire dalla solitudine. Siamo soddisfatti di questo lavoro e guardandomi indietro ho memoria di aver salvato 4/5 ragazzi con l’attività e con lo sport. La mia soddisfazione è che quando incontro questi ragazzi è sempre una festa, segno che abbiamo lasciato positività. È una festa che aspetto da 15 anni, da quando sono entrato nel Torrione: è un evento storico. Si tratta di una società sportiva ben identificata che oggi conta 160 iscritti. Sono moltissimi gli eventi futuri in programma”.

Per maggiori informazioni: www.fctorrione1919.it

 

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.