BELLANTE – Finiscono con la moto contro l’auto che li precedeva, soccorsi e trasportati in ospedale dal 118: uno dei due centauri si trova ora ricoverato a Teramo in serie condizioni.

E’ la sintesi di un grave incidente stradale avvenuto nella notte tra venerdì 7 e sabato 8 giugno, intorno alle 3, sulla ss 80 all’altezza del distributore di benzina Eni in località Bellante Stazione. Ancora da ricostruire l’esatta dinamica del violento impatto che ha coinvolto due centauri, entrambi di Teramo, e una Smart. I due mezzi stavano viaggiando nella stessa corsia in direzione Teramo quando, secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, pare che la moto (una Kawasaki di grossa cilindrata) abbia effettuato un sorpasso nello stesso momento in cui l’auto, guidata da un uomo di San Nicolò, stava per svoltare per entrare nel piazzale del distributore.

L’impatto è stato molto violento e i due centauri sono stati catapultati a qualche metro di distanza finendo rovinosamente sull’asfalto. Ad avere la peggio è stato G.C, 37 anni, che ha riportato gravi conseguenze ed è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Mazzini di Teramo. Le sue condizioni sono giudicate serie: secondo le prime fonti mediche uno dei vari traumi subiti potrebbe aver interessato anche la colonna vertebrale. L’uomo è tenuto sotto stretta osservazione da parte del personale dell’ospedale teramano, ma, da quanto si apprende, non sarebbe in pericolo di vita.

Al momento la prognosi resta però riservata. Meno gravi le conseguenze per V.M, l’altro motociclista di 33 anni, rimasto anche lui coinvolto nell’incidente e che ha riportato solo qualche ferita medicata poi al pronto soccorso. Illeso l’uomo al volante della Smart. Ai carabinieri intervenuti è stata affidata la ricostruzione dell’esatta dinamica del sinistro.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.