SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Meno di due settimane fa la notizia che aveva dato lustro alla città: la sambenedettese Tiziana Maffei, architetto, era stata nominata dal Ministro dei beni culturali Alberto Bonisoli alla direzione della Reggia di Caserta.

Adesso, però, il colpo di scena: Antonio Tarasco, dirigente del Mibact come riporta Repubblica (clicca qui) ha fatto ricorso perché, secondo lui, la procedura di selezione sarebbe stata viziata da un clamoroso errore matematico che avrebbe escluso lo stesso Tarasco dalla terna da cui è uscito il nome di Maffei.

“Come risulta dal verbale numero 9 del 5 aprile 2019, per la Reggia sono stati inseriti nella terna i seguenti candidati: Epifani MarioMaffei TizianaPalumbo Francesco, con, rispettivamente, i seguenti punteggi nella valutazione dei titoli: 57, 58, 59″ riporta Repubblica mentre Tarasco, da quello che ha scritto nel ricorso, partiva con un punteggio per titoli di 62.

E mentre la Reggia di Caserta ufficializza la sambenedettese Maffei c’è l’istanza di Tarasco che, riporta sempre il quotidiano “chiede al ministro del Mibact e al premier – visto l’evidente e grossolano errore matematico –  di annullare il procedimento con un atto di ‘autotutela”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.