FERMO – Il 20 dicembre 2018 una signora, nei pressi del parcheggio di un supermercato di Porto Sant’Elpidio, era stata rapinata da un individuo che successivamente ha contattato la donna per chiedere denaro in cambio della restituzione del bottino trafugato: il cosiddetto “cavallo di ritorno”.

I carabinieri locali, allertati prontamente, dopo 24 ore avevano individuato e fermato l’autore: confessione in caserma durante l’interrogatorio.

Nonostante ciò il malvivente, un giovane, ha agito nello stesso modo il 24 dicembre 2018 sempre a Porto Sant’Elpidio e a Fermo il 25 gennaio di quest’anno. Le indagini condotte dai carabinieri hanno confermato tutto ciò.

Il Gip di Fermo ha deciso di disporre per il giovane i domiciliari.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.