Gli articoli di stampa a volte un po’ screditanti degli ultimi mesi hanno lasciato nei lettori un’immagine del Centro Agro-Alimentare Piceno non sempre piacevole.

Eppure dall’interno proviene una voce diversa, animata dalle azioni e dalle speranze di tanti imprenditori che lavorano ogni giorno fianco a fianco.

Imprenditori sempre più numerosi, per di più.

Inoltre, quando si pubblicano notizie sul Caap, si confonde ancora la Società Partecipata Pubblica (al 96%) Caap SpA con il Complesso Produttivo posizionato su un’area di circa 143 mila metri quadrati, ubicato in una posizione altamente strategica e immediatamente raggiungibile, nelle vicinanze del casello autostradale A14 di San Benedetto del Tronto/Ascoli Piceno, del raccordo autostradale Ascoli–Mare e della Strada Statale 16 Adriatica. Nei 35 mila metri quadrati di spazio coperto si contano ben 85 aziende insediate, tra mercati di commercio all’ingrosso e strutture per i servizi alle imprese, dove vi operano oltre seicento persone.

Nonostante l’opinione un po’ negativa che si è diffusa, al Caap si è sempre proseguito con le attività senza sosta. Questo anno appena conclusosi poi è stato particolarmente movimentato: la “Borsa del Turismo e del saper fare del Centro Italia, Mula –Marche Umbria Lazio Abruzzo” a settembre, numerosi eventi di formazione professionale, espansioni aziendali, ristrutturazioni e implementazioni tecnologiche hanno vivacizzato il complesso aziendale e visto nascere nuove collaborazioni, attraendo sinergie commerciali nel Territorio Nazionale. Sono stati siglati diversi nuovi contratti di locazione e numerose prenotazioni delle aule didattiche per corsi professionali o convegni, nelle sale riunioni e nella sala convegni del palazzo “Servizi Generali-Direzionale”.

Tra le 85 Aziende insediate ci sono poi le “veterane”, quelle Aziende – quelle decine e decine di persone – che da 10 o anche da oltre 20 anni svolgono la loro attività in quel di Via Valle Piana 80, e i cui marchi sono diventati molto affermati in tutto il Territorio.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.061 volte)