SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Uno scheletro di cemento che nascondeva vite difficili. Questa mattina, 5 novembre, in un’azione congiunta di Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza, Vigili Urbani e dirigenti e funzionari comunali si è proceduto allo sgombero delle Palazzine Santarelli, comprese tra il porto di San Benedetto e l’ex stadio Ballarin.

Una situazione nota di degrado, per le strutture mai portate a termine e che sono state adoperate negli ultimi tempi come luogo di riparo per alcuni immigrati, in prevalenza nordafricani. Il numero delle persone sgomberate è limitato, si parla di 6 o 7 individui; tra di loro non dovrebbero esserci coloro che da diverse settimane imperversano nella zona del Pontino Lungo, ma non è escluso che anche alcuni di loro abbiano avuto base saltuaria alle ex Palazzine Santarelli.

Come le foto e i video testimoniano, all’esterno dell’immobile due container malmessi fungono da luoghi da rifugio dove dormire: un letto, anche uno zaino da bambino. Rifiuti sparsi ovunque, mentre la situazione peggiore è all’interno dello stabile, dove tra escrementi, rifiuti, resti di piccoli falò necessari per scaldarsi o anche per scaldare il cibo, si registra una situazione igienica al limite. Un bagno è stato ricavato all’esterno, in giardino, ovviamente senza allacci fognari.

Alcuni degli occupanti sono usciti con le lacrime agli occhi: sarà facile prevedere che lo sgombero delle Palazzine li costringerà a trovare altri luoghi di fortuna, probabilmente anche peggiori di quello che stanno abbandonando. Intanto i proprietari dello stabile dovranno adesso mettere in sicurezza l’intera zona, evitando che vi possano essere nuovi casi di occupazione abusiva. Per questo, presenti per una ricognizione, questa mattina erano i due dirigenti comunali Germano Polidori e Farnush Davarnapah, oltre che alcuni funzionari comunali.

In azione anche mezzi della Picenambiente che stanno recuperando tutti i rifiuti presenti per una bonifica almeno parziale dell’area.

Palazzine Santarelli

Picenambiente e Polizia alle palazzine Santarelli

Identificate le persone presenti all’interno delle palazzine Santarelli, al momento dello sgombero

Identificate alcune persone, presenti all’interno degli immobili al momento dello sgombero, dalle Forze dell’Ordine. Si tratterebbe di stranieri, senza fissa dimora.

Degrado alle palazzine Santarelli

Una situazione di degrado, segnalata da tempo dai residenti della zona: all’interno delle palazzine bivacchi e sporcizia di vario genere come testimoniato dal nostro video esclusivo.

Bivacchi all’interno delle palazzine Santarelli

Veri e propri “dormitori”.

“Viaggio” all’interno delle palazzine Santarelli, sgomberate nella mattinata del 5 novembre

 

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.521 volte, 4 oggi)